Quantcast

Formula Uno, la Ferrari di Leclerc vola anche in Australia.

Dalla pole position alla bandiera a scacchi, nonostante due safety car,una gara senza rivali, quella del pilota monegasco che allunga nella classifica piloti. Secondo Checo Perez su Red Bull, sul terzo gradino del podio  la prima delle due Mercedes con George Russel, quarto Hamilton. Fuori nei primi giri la Ferrari di Sainz, mentre ritiro per problemi alla power unit , quando era in seconda posizione, per il campione del mondo Verstappen.

Generico aprile 2022

Dopo due anni di stop, causati dalla pandemia, la Formula Uno torna in Australia per la terza prova  della stagione 2022. Il circuito cittadino di Albert Park a Melbourne ha cambiato leggermente fisionomia rispetto al passato per aumentare i sorpassi e il divertimento  con  tre zone DRS. L’attesa era  molto alta, in particolar modo per i tifosi della Ferrari ,circa una conferma sulla  competitività ,anche su questa pista, della vettura di Maranello.

Circuito di Melbourne

La gara, su di un totale di 58 giri, si preannuncia come un’altra battaglia tra Ferrari e Red Bull e tra i due protagonisti di inizio anno: Charles Leclerc e Max Verstappen. Sul circuito di Melbourne la scuderia anglo-austriaca sembra averne di più, considerato il nuovo layout del tracciato, più veloce. Ma il pilota monegasco, del Cavallino Rampante si è superato, conquistando una splendida  pole position il sabato, riportando la Ferrari davanti a tutti in griglia di partenza dell’Albert Park dopo 15 anni.

Con una prima fila  che vede i due giovani piloti appaiati, lo spettacolo ancora una volta è assicurato. Nonostante una forte amicizia (i due si conoscono dai tempi del Kart), grazie anche a vetture del tutto rivoluzionarie, hanno acceso in pochissimo tempo una nuova ed esaltante rivalità, a colpi di sorpassi e guerre di nervi come nelle prime due gare del campionato. Il conteggio delle vittorie segna 1-1 e ora in Australia il leader del Mondiale, Leclerc, dopo le prime due gare deve difendersi dal campione in carica per andare a caccia del secondo successo stagionale. Subito alle loro spalle, l’altra Red Bull di Sergio Perez, mentre la Ferrari di Carlos Sainz, sfortunata in qualifica, parte solamente nona ed è costretta alla rimonta. Un gradino più sotto la Mercedes, con Lewis Hamilton 5° e George Russell 6° che conferma le difficoltà attuali della scuderia dalla stella d’argento.

leclerc partenza

Al semaforo verde, parte come una fionda Leclerc che infila  la prima curva, tenendo la prima posizione su Verstappen, Hamilton passa Perez ed è 3°. Due posizioni guadagnate dal britannico. Sainz parte male ed è 13° con le hard e al terzo giro nel tentativo di attaccare Schumacher, la sua Ferrari si gira e va  in testacoda impantanandosi nella ghiaia. La scelta di montare le gomme dure non si è rivelata corretta per Sainz. In partenza ha faticato troppo, anche a causa che  la Ferrari impiega qualche giro per portare le gomme in temperatura. Pertanto Virtual Safety Car con un Max Verstappen che potrà attaccare Leclerc alla ripartenza. Al rientro della safety car, Leclerc tiene la testa alla prima curva, ma Verstappen è in scia. Al 9° giro Leclerc allunga, 1″2 su Verstappen. E’ importante non consentirgli di utilizzare il DRS, per farlo il gap non deve scendere sotto il secondo.

leclerc

Intanto Perez attacca Hamilton all’interno e lo passa con una staccata molto precisa. La Red Bull è chiaramente superiore alla Mercedes sul passo.Leclerc con una Ferrari super competitiva al 17° giro arriva ad avere  ″8 di vantaggio su Verstappen. Nel frattempo in grande difficoltà con le gomme Sergio Perez. Hamilton si porta a 2 secondi dal messicano confermando i progressi della Mercedes. Al 19° giro pit-stop per Max Verstappen. Dopo una sosta in 2″9 e gomme  hard, l’olandese torna in pista davanti ad Alonso e Gasly. Al 23° giro pit-stop anche per Charles Leclerc. 2″7 la sosta, gomme hard e ancora prima posizione. Rientra ai box anche Hamilton. Nel frattempo, Russell (che non si è ancora fermato)  è a 7 decimi da Leclerc. Al giro successivo, Vettel  va a sbattere contro le barriere con la Aston Martin.

leclerc verstappen

La Ferrari stava dominando, ma ora con la safety car,si riparte da zero, con Verstappen che potrà attaccare Leclerc alla ripartenza. Intanto Russell cambia le gomme, effettuando il pit-stop in regime di Safety Car e ritrovandosi in terza posizione. Al 27°giro rientra la safety car e Verstappen affianca Leclerc sul rettilineo, ma la traiettoria interna consente  al ferrarista di mantenere la testa. Dietro Perez passa Alonso ed è 4°. Leclerc guadagna mezzo secondo su Verstappen e 1″2 su Russell. Hamilton sorpassa Alonso ed è 5°. In testa la lotta è serrata fino al 36° giro, quando Leclerc  rifila 7 decimi a Verstappen e porta il suo vantaggio a 5″4. Intanto Perez sorpassa Russell all’esterno e si prende la terza posizione. Al 38°, giro veloce di Verstappen, che non si arrende e con 1’21″677, guadagna 3 decimi su Leclerc, ma al giro successivo l’olandese clamorosamente è costretto a ritiro per problemi alla power unit.

ritiro verstappen

Virtual safety car. Alla ripresa delle ostilità la Ferrari è sempre la  più veloce, ma la Mercedes sta girando sui tempi della Red Bull. Al 45° giro, Leclerc  gira costantemente mezzo secondo più veloce rispetto a Perez e Russell. Al 50° giro,  Leclerc con 1:23.325 stabilisce il giro veloce della gara con 20 secondi di vantaggio  su Perez. Intanto problemi tecnici per Alonso, che perde posizioni e scivola al 14° posto. Al 58° giro  la Ferrari di Leclerc taglia abbondantemente il traguardo sulla Red Bull di Checo Perez, ribadendo il punto del giro più veloce.

leclerc

E’stata una cavalcata trionfale, la Ferrari vince ancora una volta e vola in Australia con una superiorità sconvolgente! Dimostrazione di forza incredibile del pilota monegasco, che per la seconda volta in stagione colleziona pole position, vittoria in gara e giro veloce.

leclerc vincitore

Cosi sul traguardo:

1 Charles Leclerc Ferrari 1:20.260 1
2 Sergio Perez Red Bull 20.524s 1
3 George Russell Mercedes 25.593s 1
4 Lewis Hamilton Mercedes 28.543s 1
5 Lando Norris McLaren 53.303s 1
6 Daniel Ricciardo McLaren 53.737s 1
7 Esteban Ocon Alpine 61.683s 1
8 Valtteri Bottas Alfa Romeo Racing 68.439s 1
9 Pierre Gasly AlphaTauri 76.221s 1
10 Alex Albon Williams 79.382s 1
11 Guanyu Zhou Alfa Romeo Racing 81.695s 1
12 Lance Stroll Aston Martin 88.598s 3
13 Mick Schumacher Haas 1 LAP 1
14 Kevin Magnussen Haas 1 LAP 1
15 Yuki Tsunoda AlphaTauri 1 LAP 1
16 Nicholas Latifi Williams 1 LAP 2
17 Fernando Alonso Alpine 1 LAP 2
RITIRO Max Verstappen Red Bull 39 GIRI 1
RITIRO Sebastian Vettel Aston Martin 23 GIRI 0
RITIRO Carlos Sainz Ferrari 2 GIRI 0

CLASSIFICA MONDIALE PILOTI F1 2022

  1. Charles Leclerc (Ferrari) 71
  2. George Russell (Mercedes) 37
  3. Carlos Sainz (Ferrari) 33
  4. Sergio Perez (Red Bull) 30
  5. Lewis Hamilton (Mercedes) 28
  6. Max Verstappen (Red Bull) 25
  7. Esteban Ocon (Alpine) 20
  8. Lando Norris (McLaren) 16
  9. Kevin Magnussen (Haas) 12
  10. Valtteri Bottas (Alfa Romeo) 12
  11. Daniel Ricciardo (McLaren) 8
  12. Pierre Gasly (AlphaTauri) 6
  13. Yuki Tsunoda (AlphaTauri) 4
  14. Fernando Alonso (Alpine) 2
  15. Guanyu Zhou (Alfa Romeo) 1
  16. Alex Albon (Williams) 1

 

CLASSIFICA MONDIALE COSTRUTTORI F1 2022

  1. Ferrari 104
  2. Mercedes 65
  3. Red Bull 55
  4. McLaren 24
  5. Alpine 22
  6. Alfa Romeo 13
  7. Haas 12
  8. AlphaTauri 10
  9. Williams 1
  10. Aston Martin 0

 

Secondo posto per Sergio Perez, che salva parzialmente il disastro in casa Red Bull, con il secondo ritiro in tre gare per Max Verstappen, mai davvero in grado oggi di infastidire Leclerc. Terzo gradino del podio per George Russell con la Mercedes, che con il quarto posto anche di Hamilton inizia a mandare segnali di ripresa

A fine gara, così  Charles Leclerc: In  F1 è la prima volta che vinco gestendo un buon vantaggio. Che macchina avevamo oggi, onestamente! Chiaramente ho fatto un bel lavoro per tutto il weekend, ma tutto questo non sarebbe stato possibile senza una vettura come questa“.

Generico aprile 2022

Da parte sua Carlos Sainz ha concluso come peggio non poteva il suo GP d’Australia, e ha dichiarato:” Ho dovuto cambiare il volante poco prima del via e non era impostato in maniera corretta. Ho avuto due volte l’antistallo e ho perso quindi posizioni, facendo fatica a portare in temperature le gomme. Poi ho provato ad attaccare, ma sono finito fuori. E’ stato un weekend da dimenticare dove tutto è andato storto e io devo imparare dai miei errori. Si guarda alle prossime 20 gare

Mentre un Mattia Binotto molto soddisfatto ha dichiarato: “Siamo felici e contenti, perché una vittoria è sempre bella . La macchina, la squadra e i piloti si stanno dimostrando tutti competitivi, quindi siamo soddisfatti. Noi vogliamo concentrarci su noi stessi. Siamo venuti qua per fare del nostro meglio e, come abbiamo visto dalla prima gara in Bahrain, per vincere bisogna fare tutto alla perfezione. Questa è la nostra mentalità“. Su Sainz, il Team Principal Ferrari a inoltre dichiarato:lo conosco, trarrà delle lezioni importanti da questo fine settimana e ne uscirà più forte di prima già a Imola“.

Una Ferrari che fa sognare davvero e tra due settimane, ad Imola, dove si prevede un “inferno rosso “ e dove i tifosi potranno spingere finalmente, dopo anni, per una rossa a vincere il titolo mondiale. – 10 aprile 2022 – salvatorecaccaviello

Commenti

Translate »