Quantcast

Dopo 22 anni rispuntano i quaderni rubati di Darwin

Dopo 22 anni rispuntano i quaderni rubati di Darwin. Ne parla Chiara Bruschi in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino che vi inviatiamo a leggere in edicola .

Ne parla anche Rainews dei  rari taccuini di Charles Darwin, rubati dalla biblioteca dell’Università di Cambridge nel Regno Unito, sono stati restituiti. Uno di questi contiene schizzi dell’albero della vita, il diagramma che rappresenta la varietà e l’evoluzione della vita sulla Terra a partire da un antenato comune. Darwin fu il primo ad immaginarlo e nel 1837 lo tratteggiò su un quaderno.

I taccuini – spiega l’ateneo inglese – erano avvolti in un sacchetto da regalo rosa e non presentavano alcun segno di danno. Inizialmente erano custoditi nella Special Collection Strong Room della biblioteca, ma erano stati momentaneamente spostati per essere fotografati nel 2000. Poi, durante un controllo di routine, ci si accorse che erano scomparsi. I bibliotecari pensarono che fossero stati riposti nel posto sbagliato nella vasta biblioteca universitaria, che contiene oltre 10 milioni di libri, mappe e manoscritti. Ma nonostante le varie ricerche, i taccuini non sono mai stati più trovati e nel  2020 la dottoressa Gardner ha concluso che probabilmente erano stati rubati. Ha chiamato la polizia e ha informato l’Interpol. Da allora la biblioteca è stata dotata di sistemi di sicurezza di alto livello. Adesso ritorneranno negli archivi di Darwin a Cambridge.

Commenti

Translate »