Quantcast

Cava de’ Tirreni: si schianta contro il cancello Caritas, provoca danni da 20mila euro e va via. Il papà chiama don Francesco e si scusa

Cava de’ Tirreni: si schianta contro il cancello Caritas, provoca danni da 20mila euro e va via. Il papà chiama don Francesco e si scusa. Ne parla Francesco Romanelli in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

La notte tra giovedì e venerdì scorso un’auto ha fracassato i cancelli della Cittadella della Carità “Madre Teresa di Calcutta” provocando danni da circa 20mila euro. Il responsabile dell’impatto non ha avvisato il responsabile, don Francesco Della Monica , che dirige la Cittadella e che ha pubblicato un post sui social richiamando al «senso di responsabilità» chi era alla guida dell’auto. Oltre alle lesioni evidenti sul muro a seguito dell’impatto, l’auto ha spaccato il pilastro che regge sia il cancello pedonale che quello carrabile: il primo non può essere aperto, il secondo è bloccato. Divelto anche un pilastrino. All’atto del recupero (alle 10 di venerdì) dell’auto incidentata con il carroattrezzi, il proprietario, ritenendo di non aver procurato danni così importanti non ha avvertito i responsabili.

«Ringraziando Dio – scrive don Francesco – la persona alla guida non ha riportato nessuna ferita come evidenziato dal sistema di videosorveglianza ma lo invito a farsi avanti prima che io possa attivare la complessa ma comunque risolutiva ricostruzione tramite il nostro sistema di telecamere all’entrata della struttura ». Nella tarda mattinata di ieri la bella notizia accolta con «molta gioia» dal direttore della Caritas. Squilla il telefono nella sua stanza e dall’altra parte del filo c’è il papà del ragazzo che aveva danneggiato l’entrata principale della Cittadella.

«Accogliendo il mio invito ad assumersi le responsabilità – ha detto don Francesco – e chiedendo mi ha contattato il genitore del giovane che ha cozzato con la sua auto procurando danni importanti ai cancelli. Nella prossima settimana ci incontreremo e chiederemo lumi all’assicurazione per poter procedere al risarcimento del danno che è stato provocato». Ha sortito il risultato sperato l’invito social del direttore della Caritas, che comunque riferisce che incidenti del genere si sono già verificati precedentemente.

«Questo è il terzo serio che si è verificato davanti alla nostra struttura – ha spiegato Don Francesco – . Il primo proprio quando stavamo ristrutturando la sede, un’autovettura proveniente da piazza San Francesco andò a sbattere con violenza contro il muro, dove adesso sono collocati i cancelli, distruggendolo; un secondo è stato di poco conto ed il terzo è quello verificatosi la notte tra giovedì e venerdì». Un messaggio lo invia anche all’amministrazione comunale. «Bisogna fare qualcosa – ha concluso per evitare il parcheggio selvaggio davanti alla nostra sede. Il pericolo, infatti, è sempre dietro l’angolo. Qualora l’ultimo incidente si fosse verificato di giorno e non alle 2,10 di venerdì scorso, non voglio proprio immaginare quello che sarebbe potuto succedere».

Commenti

Translate »