Quantcast

Cava de’ Tirreni: maxi cantiere nella scuola, classi verso il “Filangieri”

Cava de’ Tirreni: maxi cantiere nella scuola, classi verso il “Filangieri”. Ne parla Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Lavori in grande all’istituto superiore “Della Corte-Vanvitelli”: la Provincia di Salerno stanzia 3,8 milioni di euro per la messa in sicurezza del plesso di viale Marconi. I cantieri dovrebbero partire in estate, appena dopo la chiusura dell’anno scolastico, e la dirigente Franca Masi è già all’opera per studiare un piano di organizzazione tale da garantire, a settembre, che i lavori non interferiscano con il normale prosieguo delle attività didattiche. L’intervento, di natura strutturale e antisismica, si attendeva ormai da tempo e proprio nei giorni scorsi da Palazzo Sant’Agostino è arrivato l’ok all’aggiudica al “Consorzio Infratech” di Milano. Lavori articolati che, stando al cronoprogramma previsto dai tecnici provinciali del settore Edilizia scolastica e patrimonio, dovrebbero durare almeno un anno.

Per questo motivo la dirigente scolastica Franca Masi , che ha già avuto modo di confrontarsi con i dirigenti incaricati e la ditta che eseguirà l’intervento, ha deciso di muoversi d’anticipo, considerata anche l’imminenza dell’avvio dei cantieri, per predisporre tutte le misure necessarie ad assicurare che la continuità didattica non venga compromessa dagli interventi che riguarderanno ben due ali dell’istituto. «I lavori più consistenti dovrebbero svolgersi in estate – ha spiegato la dirigente – . I cantieri partiranno appena dopo la fine degli esami di maturità e proseguiranno fino a settembre con l’abbattimento di un’ala dell’istituto che verrà successivamente ricostruita ex novo . Discorso analogo per l’altra parte del plesso scolastico. Insomma si tratta di un lavoro articolato ma che sicuramente permetterà ai nostri studenti di poter frequentare una scuola più moderna, sicura e assolutamente a norma delle nuove prescrizioni in materia di antisismicità».

Dal punto di vista della didattica, però, sarà inevitabile predisporre le giuste attività affinché gli studenti, una volta rientrati dalle vacanze estive, possano seguire le lezioni, contestualmente all’avanzamento dei cantieri, in spazi adeguati. Per queste ragioni la dirigente Masi ha già assicurato che i disagi per gli alunni saranno ridotti al minimo: al momento, infatti, non sono previsti turni pomeridiani e nemmeno una riduzione dell’orario scolastico. «Preferiamo – chiarisce la dirigente operare una ridistribuzione degli alunni tenendo presente anche il recente accorpamento al “Della Corte-Vanvitelli” del vicino plesso “Gaetano Filangieri” di via Biblioteca Avallone. A seconda degli indirizzi, dunque, predisporremo un trasferimento degli alunni al “Filangieri”, con un criterio di affinità didattica che riguarda soprattutto i percorsi alberghiero e turistico. Così facendo i disagi per gli studenti saranno ridotti considerevolmente, assicureremo la continuità didattica e garantiremo contestualmente il prosieguo dei cantieri senza intralcio per l’una o l’altra attività».

Ultimati i lavori, dunque, il “Della Corte-Vanvitelli” risulterà uno degli istituti scolastici superiori cavesi più moderni e all’avanguardia. «Negli ultimi cinque anni – ha concluso la dirigente scolastica Masi abbiamo potuto constatare un costante e progressivo aumento delle iscrizioni grazie a un’attività, svolta con attenzione e partecipazione dall’intera comunità scolastica interessata, di apertura costante e di recepimento delle istanze formative che provengono dal territorio creando un rapporto di fiducia tra istituzione scolastica e utenza».

Commenti

Translate »