Quantcast

Amalfi, il sindaco Daniele Milano e la sua nuova sfida: «Rendere la città una boutique destination»

Amalfi, il sindaco Daniele Milano e la sua nuova sfida che rilancia  nell’intervista di “Cronache” e che riportiamo : «Rendere la città una boutique destination». Rendere Amalfi una “boutique destination” per un turismo mediterraneo e sostenibile, con una sinergia tra pubblico e privato, la ripartenza della crocieristica e un nuovo approccio alla mobilità in chiave sostenibile. È questo l’obiettivo che si pone l’ amministrazione comunale dell’antica repubblica marinara nel 2022, che vuole rappresentare l’anno della definitiva ripresa dei flussi turistici nella Divina, dopo un difficile biennio segnato dal Covid e dalla frana che nel febbraio dello scorso hanno ha messo a dura prova la principale infrastruttura che connette Amalfi con i centri limitrofi, la Statale 163. Dalla riapertura del Luna Rossa ai nuovi sviluppi per la messa a punto della Zona a Traffico Limitato territoriale oltre che della realizzazione del bypass cittadino, tante sono le iniziative allo studio per rendere possibile un miglioramento generale della mobilità nel centro capofila della Divina. Tutti questi temi – aggiunge il primo cittadino – saranno al centro della presentazione del Piano per lo sviluppo turistico post Covid, previsto per mercoledì 27 aprile alle ore 15,30, nell’antico Arsenale della Repubblica Marinara, e dell’incontro pubblico – che verterà, più nello specifico, sulla situazione del Luna Rossa e sulla viabilità in generale – di giovedì 28 alle ore 20 in Piazza della Bussola.

Sindaco, lo scorso anno la Pasqua è trascorsa in lockdown, così come accadde anche nel 2020. Il 2022 ha segnato, finalmente, una ripartenza per il settore turistico. Amalfi, per la prima volta dopo due anni “a scartamento ridotto”, lavora 365 giorni l’anno con la sua utenza, fatta di escursionisti, visitatori, turisti italiani e stranieri. È tornata anche la crocieristica, dettaglio non meno importante. Qual è un bilancio delle festività appena trascorse e quali le prospettive per la prossima stagione primaverile ed estiva?

“I segnali che arrivano dopo il biennio pandemico sono molto incoraggianti. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di accrescere il valore della destinazione, incaricando il prof. Joseph Ejarque, uno dei massimi esperti di Destination Marketing e Destination Management internazionale in Italia,
di delineare le linee di indirizzo strategico per lo sviluppo ed il rilancio turistico post-covid della nostra Città. L’obiettivo strategico è il posizionamento
di Amalfi nel mercato turistico internazionale come una ‘boutique destination’ e soprattutto come una destinazione di turismo sostenibile. Presenteremo
pubblicamente il Piano mercoledì 27 aprile in Arsenale ad Amalfi con il prof. Ejarque e l’importante presenza degli operatori turistici”.

Con la riapertura del Luna Rossa i parcheggi Amalfitani tornano ad essere operativi a pieno regime. Una buona notizia accompagnata anche dalla previsione di un più efficiente interscambio tra traghetti e trasporti su gomma, per poter raggiungere la vicina Ravello. Ultimo step dei progressi in tema di viabilità dovrà essere rappresentato dal bypass di Amalfi: quali sono gli ultimi sviluppi della vicenda?

“La riapertura del parcheggio Luna Rossa è un’ottima notizia per tutti: residenti, pendolari e comparto turistico. E questo sebbene la sua capienza sia attualmente ridotta di un terzo e, da novembre, sarà necessario chiudere per effettuare interventi strutturali di adeguamento del valore di 3,6 milioni
di euro. La sua chiusura nell’imminenza della stagione turistica avrebbe ingenerato un caos enorme con serie implicazioni sull’ordine pubblico e la gestione
delle emergenze sul territorio. Ma sulla vicenda Luna Rossa parlerò compiutamente alla cittadinanza giovedì 28 aprile alle 20, in Piazza della Bussola ad Amalfi. Lo avevo promesso nel giorno del sequestro e lo farò. Il tema della mobilità in Costiera Amalfitana resta caldissimo ed in tal senso sono stati compiuti passi importanti negli ultimi anni, Innanzitutto una nuova ordinanza ANAS per la circolazione sulla SS163, sottoscritta nel 2019 sotto la regia della Prefettura, sulla cui legittimità è intervenuta proprio ieri una sentenza nel merito del TAR Salerno. Ma è una sentenza importante poiché costituisce
una tappa intermedia verso l’attuazione della ZTL territoriale, il progetto a mio avviso più importante per la risoluzione dei problemi del traffico in Costiera
Amalfitana. Spesso mi chiedono: “a che punto siamo con la ZTL Territoriale?”. Bene, meno di un mese fa il progetto preliminare è stato presentato in Prefettura alla presenza di tutti i Sindaci della Costa d’Amalfi dal prof. Vincenzo Galdi, incaricato dall’Acamir di realizzare lo studio. Con la consueta chiarezza, il Consigliere regionale Luca Cascone – che ringraziamo – ha confermato la disponibilità della Regione Campania a sostenere subito la realizzazione fisica dell’infrastruttura tecnologica e ha chiarito che dovrà essere il territorio a regolamentarla e a gestirla. Questo, dopo aver ottenuto nelle opportune sedi le modifiche normative necessarie alla sua attivazione operativa. E, in ogni caso, la nuova ordinanza ANAS ci ha consentito di attuare una
misura che rappresenta una svolta epocale per la Città di Amalfi: la soppressione della sosta dei bus turistici su piazzale Flavio Gioia. Sul progetto di by pass del centro storico di Amalfi pure si registrano sviluppi: pochi mesi fa si è conclusa la prima conferenza dei servizi sul progetto preliminare. E’ un iter lungo ma anche nelle maratone ci sono tanti passi da fare prima di arrivare al traguardo”.

Nonostante il Covid sono state portate avanti numerose iniziative in tema di urbanistica e tutela del patrimonio urbanistico collettivo: quali sono quelle attuate e quali saranno quelle ulteriormente messe in campo in futuro?

“Appena un anno fa riapriva, a distanza di meno di tre mesi, la SS163 tagliata in due dal crollo del rione Vagliendola. Un risultato straordinario che è stato
possibile raggiungere grazie ad un eccellente raccordo istituzionale tra ANAS, Regione Campania e Comune di Amalfi. Poche settimane fa abbiamo riaperto anche la stradina pedonale di Via Annunziatella, antica e panoramicissima, ricucendo definitivamente la ferita sofferta il 2 febbraio 2021. La galleria sospesa sarà smontata nei prossimi giorni e sarà possibile ammirare la nuova struttura ad archi progettata dal prof. Michele Brigante. Il rientro alla “normalità”, dopo questo biennio pieno di emergenze, ci consente di poterci dedicare anche al bello della nostra Città. Ed è per questo che abbiamo recentemente finanziato e approvato il progetto di restauro per la statua bronzea di Flavio Gioia, così come del pannello ceramico e delle lapidi commemorative alla Porta della Marina. Molte altre importanti iniziative sono in progress e saranno rese note alla cittadinanza nel corso dell’iniziativa di giovedì prossimo”.

di Andrea Bignardi

Commenti

Translate »