Quantcast

“Un treno verso la bellezza”: doveva collegare Sorrento ad Amalfi

“Un treno verso la bellezza” è il progetto che gli abitanti delle coste d’Amalfi e Sorrento hanno potuto soltanto contemplare nei sogni. Lo racconta Agorà in edicola oggi, nell’articolo di Gennaro Galano con la collaborazione di Aldo Terminiello. La ferrovia Sorrento-Massa Lubrense-Amalfi era nei piani politici del ventesimo secolo: il progetto era quello di creare un percorso che collegasse Sorrento ad Amalfi, passando per la spettacolare natura di Massa Lubrense e i suoi uliveti. Un progetto a dir poco utopico nel terzo millennio. A quei tempi le coste Sorrentine e amalfitane erano nel pieno sviluppo turistico, e un progetto simile avrebbe senz’ombra di dubbio rilanciato i due territori più belli e accoglienti in Campania. Questi progetti estrapolati da Gennaro Galano e Aldo Terminiello saltano fuori dagli archivi del comune di Massa Lubrense, legando questi interessanti documenti con i volumi di Antonino Trombetta, Manfredi Fasulo, Andrea Cozzolino e Antonio Gamboni, Franco Gargiulo e di tanti altri studiosi. Tutto era iniziato negli anni dell’800, quando  vengono intavolati progetti per collegare Castellammare di Stabia alla Penisola Sorrentina. Giunse dapprima la costruzione della strada, poi l’idea di affiancare alla rotabile una vera e propria linea ferroviaria. Insomma, si tratta di un progetto più che attuale che andrebbe a mitigare il problema che da sempre attanaglia le nostre coste e le attività turistiche: la viabilità. In basso l’articolo su Agorà. 

"Un treno verso la bellezza" , doveva arrivare da Sorrento ad Amalfi

Commenti

Translate »