Quantcast

Terremoto di magnitudo 7.3 a Fukushima, scatta l’allarme tsunami e si controlla la centrale nucleare

Più informazioni su

Un terremoto di magnitudo 7.3 è stato registrato nella regione del Tohoku, a nord est del Giappone, alle 23:36 ora locale (le 15:36 in Italia). La scossa ha avuto epicentro in mare a largo della prefettura di Fukushima a 60 chilometri di profondità. Si tratta della stessa zona devastata dal terremoto e tsunami del 2011, che innescò un disastro nucleare. Allora, il terremoto era di magnitudo 9.0.
La Japan meteorological agency (Jma) ha lanciato un allarme tsunami e ha classificato l’intensità della scossa in 6 sulla scala nipponica di misurazione massima di 7 livelli. L’allarme è stato poi revocato dal Centro per l’allerta tsunami del Pacifico, mentre l’Agenzia meteorologica giapponese ha tenuto l’allerta bassa in vigore. Secondo la tv Nhk, onde alte 20 centimetri hanno raggiunto la costa in una zona.
Non è chiaro al momento se siano stati registrati danni alla centrale nucleare di Fukushima, teatro del più grave incidente nucleare della storia, provocato da un potente terremoto, seguito da uno tsunami l’11 marzo 2011.
La Tokyo Electric Power Company (Tepco) ha fatto sapere, riporta la Nhk, che sono in corso controlli nelle centrali nucleari nella prefettura di Fukushima, per i reattori degli impianti Fukushima Daiichi – teatro dell’incidente del 2011 – e Fukushima Daini, dopo il forte sisma che ha colpito la regione. Due milioni di persone sono rimaste senza energia elettrica.

Più informazioni su

Commenti

Translate »