Quantcast

Scala, aumenta a 2 e 3 euro l’ora la sosta sulle strisce blu. L’opposizione “Assurdo”. Replica e controreplica

Scala, Costiera amalfitana. Arriva l’aumento delle strisce blu alle soglie della prima stagione turistica past pandemia e le opposizioni della Città del Castagno, la più antica della Costa d’ Amalfi, alle prese con la ripartenza parte all’attacco. Così “Progetto Scala” guidato da   Antonio Ferrigno, con Massimiliano Bottone e Gerardo Apicella.

Cari concittadini,

abbiamo appreso dall’ALBO PRETORIO (perché come sempre non siamo mai chiamati in causa per un confronto di idee!!!) che con delibera n.29 del 21 marzo 2022, la Giunta Comunale ha rideterminato le tariffe della sosta nelle aree delimitate con strisce blu.

Avete capito bene: RIDETERMINATO!!! perché come potete ben immaginare, le tariffe sono AUMENTATE!
Da 1.50 euro della prima ora a 2.00 euro, ma la cosa ancora più assurda è che dalla seconda ora in poi si passa da 2 a 3 euro!!
Premesso che:
– veniamo da un periodo dove il turismo è stato martoriato dalla pandemia
– l’attuale amministrazione, in questi lunghi due anni non ha fatto nulla per offrire nuove offerte turistiche alle persone che sceglieranno il nostro paese (tranne continue e ridondanti foto spiaccicate sui social)
– crediamo fortemente che il turista va incentivato a restare nel nostro paese e non costretto a scappare visto che le ore successive alla prima costano addirittura in più.
Assistiamo ancora una volta, ad un comportamento assurdo del gruppo di maggioranza, che, come consuetudine, senza alcun preavviso, né riunione con le attività ricettive del nostro territorio, alla vigilia della Santa Pasqua e senza neanche sapere quando inizierà il piano sosta, stabilisce di aumentare le tariffe in maniera netta e smisurata….
Ma su quale basi?
Crediamo fortemente che PROPRIO QUEST’ ANNO
le TARIFFE DEBBANO ESSERE UGUALI AGLI ANNI PASSATI E NON AUMENTATE…

PS: cari concittadini, il tagliando per i residenti costerà 10 euro fino al 31 dicembre 2023… fondamentalmente 10 euro per un solo anno dall’inizio piano sosta, visto che siamo già ad aprile 2022….ASSURDO!

ensiamo che la Politica migliore sia quella del COINVOLGIMENTO.
Perché non convocare tutte le attività del nostro paese prima di aumentare le tariffe?

Perché non farlo ora e capire cosa ne pensano?

La replica della maggioranza di Scala guidata dal sindaco Luigi Mansi  sulle strisce blu

 

Risulta CHIARO ed EVIDENTE, dalla messa a confronto delle due deliberazioni che NESSUN AUMENTO E’ STATO FATTO E CHE LE TARIFFE SONO UGUALI AGLI ANNI PASSATI, rimane tutto invariato; anzi se si considera il piano sosta avente validità tutto l’anno, il cittadino residente e/o autorizzato usufruisce di un’agevolazione, in quanto agli stessi costi, il servizio sarà attivo per tutto l’anno ” relativamente al tagliando residenti “nel 2019 aveva validità di due anni al costo di € 10,00, nel 2021 è stato prorogato gratuitamente, nel 2022 deve essere rinnovato al costo di € 10,00 fino al 31\12\2023. Si precisa che come per quest’anno, anche negli anni 2020 e 2021 NON SONO STATI FATTI AUMENTI DI NESSUN TIPO! In più, facciamo notare che per gli ospiti delle attività ricettive, abbiamo deciso di AGEVOLARE gli stessi, a rimanere nel nostro comune dandogli la possibilità di acquistare l’abbonamento in base alla durata del proprio soggiorno appunto per incentivare i turisti a rimanere nel nostro Comune a costi chiari ed agevolata

La contro replica della minoranza sulle strisce blu e sulla politica turistica del paese

 

Caro gruppo di maggioranza Scala che cambia, è sempre bello riuscire ad avere delle risposte soprattutto dalla vostra pagina facebook.

Saremmo ancora più orgogliosi se ci venissero date risposte a tutto ciò da noi chiesto.

Ma a questo punto specifichiamo meglio il concetto.

1) E’ vero negli anni di PANDEMIA 2020 e 2021 non ci sono stati aumenti (ci mancava solo questo!) ma rispetto al 2019 cosa è cambiato? Vi ricordate tutte le questioni da noi sollevate? O le avete rimosse?

2) Per voi non è un aumento adottare una tariffa per tutto l’anno e non più per 5 mesi?

Cari concittadini pensate al turista che il mese di novembre viene a Scala e deve pagare 2 euro per la prima ora e 3 euro per le successive.

Ma ci rendiamo conto?

Avete mai sentito parlare di DESTAGIONALIZZAZIONE?

3) Cosa offriamo al cittadino dal punto di vista turistico?

COSA E’ STATO FATTO IN QUESTI DUE ANNI PER MIGLIORARE L’OFFERTA TURISTICA?

Vi abbiamo sollecitato più e più volte dicendo che era il momento giusto per recuperare il tempo perso ma come sempre non siamo stati ascoltati!

4) A questo punto rispondeteci una volta e per sempre: QUAL È LA VOSTRA POLITICA TURISTICA?

5) come mai il servizio ad oggi non è stato ancora affidato?

Come verrà affidato?

Rimarrà tutto uguale? (Pagamento con carta di credito inesistente come ormai da anni, macchinette poste a distanze assurde dai posti auto ecc ecc)

Forse tutte queste risposte si DEVONO dare non solo a noi ma soprattutto alle strutture ricettive del nostro paese!

Passando alle zone ztl, ben vengano (risolvere la situazione di via Belvedere è stata una delle nostre prime interrogazioni appena insediati!!!!) però poi con calma ci spiegherete quella di via Luogo…

Non chiediamo tanto ma solo COINVOLGIMENTO, non solo della minoranza, ma di TUTTO IL COMPARTO TURISTICO che tanto ha sofferto in questi ultimi due anni!

Commenti

Translate »