Quantcast

Positano, oggi il consiglio comunale. Il sindaco: “Convenzione con la città di Piano per la rigenerazione urbana e per la costituzione del SAD”

Più informazioni su

Positano, oggi il consiglio comunale. Il sindaco: “Convenzione con la città di Piano per la rigenerazione urbana e per la costituzione del SAD”. Oggi, martedì 29 marzo 2022 alle ore 10.00 a Positano, nella sala consiliare “Andrea Milano” dell’edificio comunale, si è tenuto il consiglio comunale. Tra gli argomenti del giorno la convenzione con Piano di Sorrento per un progetto per il pnrr e soprattutto la problematica dei rifiuti. Nel corso di questo pomeriggio, noi di Positanonews abbiamo ascoltato le parole del sindaco Giuseppe Guida.

Positano, oggi il consiglio comunale. Il sindaco: "Convenzione con la città di Piano per la rigenerazione urbana. Approvata la convenzione per la costituzione del SAD"

“Quello di oggi è stato un consiglio importantissimo, perché c’erano due argomenti all’ordine del giorno. Il primo era la convenzione ex art. 30 D.Lgs, n. 267/2000 per quanto riguarda l’importante opportunità riconosciuta ai comuni per la presentazione di bandi di rigenerazione urbana, prevista anche per i comuni al di sotto dei cinquemila abitanti, ma che si aggregano insieme ad altri comuni, in modo tale che la somma della popolazione sia superiore ai 15 mila abitanti – ci ha detto il primo cittadino positanese -. Per quanto riguarda questa cosa abbiamo stipulato un convenzione con il comune di Piano di Sorrento, quindi con il sindaco Salvatore Cappiello e l’amministrazione di Piano che ringrazio, per presentare in maniera congiunta progetti per la rigenerazione urbana per un importo superiore al massimo di cinque milioni di euro. Il bando scadrà il 30 aprile, oggi abbiamo approvato la convenzione, per cui gli uffici sono pronti per predisporre tutta la documentazione e per inviare i progetti da candidare”.

“È una grande opportunità per i comuni, in particolare per quanto riguarda il comune di Positano andiamo a candidare una ristrutturazione ed una manutenzione di tutto il plesso delle scuole elementari, perché è intenzione dell’amministrazione recuperare quello spazio, uno spazio fondamentale per la socialità e per la vita quotidiana del nostro paese, che deve diventare un luogo dove i nostri ragazzi, i giovani, gli adolescenti, ma anche gli anziani possano andare per passare delle ore di tranquillità. Un luogo dove verranno previste tutte una serie di iniziative, laboratori di ogni genere, palestre…Insomma il cuore della città a disposizione degli abitanti”.

“Oggi abbiamo approvato anche la convenzione per la costituzione del SAD. È un argomento molto delicato, perché è entrata nella fase operativa la legge regionale 2016 che prevede l’individuazione dei cosiddetti ATO, aree territoriali omogenee, gestite dagli enti ambito, che sono i soggetti gestori che governano le varie aree individuate all’interno della regione, e all’interno degli ATO c’è la possibilità di individuare dei SAD, cioè dei sottoambiti distrettuali all’interno dei quali è conferita l’opportunità di prendere direttamente in deroga le scelte riguardanti quello che sarà il ciclo integrato dei rifiuti. Nel nostro caso è stato costituito il SAD Costa d’Amalfi, che quindi andrà da Vietri sul Mare fino a Positano e tutti i sindaci ed i consigli comunali appartenenti al SAD Costa d’Amalfi hanno approvato questa convenzione. La scelta principale sarà l’individuazione delle modalità con cui incaricare un gestore unico arrogandosi il diritto di poter fare questa scelta direttamente. Quindi le scelte verranno fatte direttamente dai comuni della Costiera Amalfitana. È una delibera molto importante ed anche molto delicata, perché riguarda quello che è il futuro della raccolta dei rifiuti in Costa d’Amalfi e anche sulla base di quelle che sono le esperienze precedenti sappiamo bene che è un argomento molto delicato e che va trattato con la giusta attenzione. Il gestore dovrà essere unico, quindi a margine di questa procedura i comuni della Costiera Amalfitana dovranno individuare un unico gestore. La legge consente in questa fase, e quindi saranno i sindaci riuniti in assemblea di SAD, di scegliere tra tre opportunità. La prima opportunità è quella di una gara d’appalto europea, l’altra alternativa è quella di costituire una società in house, partecipata da tutti i comuni, o una soluzione mista che prevede una collaborazione tra pubblico e privato. Per quanto riguarda Positano, dopo aver approvato all’unanimità la convenzione, quindi istituito il SAD e la possibilità di scegliere direttamente noi quale sarà il futuro della raccolta dei rifiuti in Costiera Amalfitana, il gruppo di maggioranza, su proposta del capogruppo, ha proposto al consiglio un’ulteriore considerazione, perché il passo successivo sarà che il sindaco in sede di SAD dovrà scegliere insieme a tutti gli altri sindaci quale sarà la modalità più giusta per individuare il gestore e stamattina, su proposta del gruppo di maggioranza, il consiglio ha proposto al sindaco l’ipotesi di portare avanti una gara d’appalto. Questo perché sicuramente la gara d’appalto in un meccanismo di trasparenza potrà far si che si possano innescare dei meccanismi di competizione e concorrenza tra quelle che saranno le offerte che potranno verificarsi, ma anche alla luce di quelle che sono le criticità che abbiamo già vissuto e che non dimentichiamo del Consorzio di Bacino che è stato purtroppo per tutta la regione un’esperienza fallimentare, ancora oggi i comuni ne pagano le conseguenze perché comunque questi consorzi sono ancora in piedi dal punto di vista amministrativo e generano ancora dei risultati spesso in perdite, che i comuni in quanto soci, quindi proprietari del consorzio stesso, sono costretti a dover dichiarare e tutto questo chiaramente anche in virtù del fatto che il costo del servizio della spazzatura va coperto al cento percento delle spese fa sì che sono i cittadini a farsi carico di questa ulteriore spesa”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »