Quantcast

Positano, l’attacco delle opposizioni sui lavori della rampa per il cimitero a Liparlati

Più informazioni su

Positano, Costiera amalfitana. L’opposizione , il gruppo “Super Positano” guidato da Gabriella Guida, attacca sui lavori di Liparlati con un post sui social network “L’amministrazione ha impegnato 59 mila e 800  euro per il rifacimento dei cubetti in porfido dell’accesso della rampa che porta al cimitero, i lavori li sta facendo la ditta Acistrade di Sant’Arpino ( Caserta, unica partecipante che dovrebbe finire entro 120 giorni . La strada è  con l’accesso chiuso dal 14 febbraio, lo stato dei luoghi e dei lavori sono in abbandono con lavori fermi da giorni  e non può passare neanche ambulanza e carro funebre “. La chiusura al traffico della rampa è stata disposta con l’ordinanza del 9 febbraio , la chiusura al traffico veicolare di Via Santa Croce e Via Liparlati dalla traversa di Via G. Marconi adiacente alla Salita per il Cimitero dovrebbe  fino a venerdì 25 marzo per consentire i lavori di rifacimento del piano carrabile in cubetti di porfido, cosa che sta portando diversi disagi alle persone del quartiere, abituate a utilizzare questo accesso e anche a potervi mettere i propri mezzi, fondamentalmente i consiglieri di minoranza puntano il dito sulla  viabilità che è interrotta e i lavori che  non avanzerebbero “Dal 14 febbraio il cantiere è stato attivo a singhiozzo… è pericoloso, l’accesso è difficoltoso e di notte non è illuminato con grosse difficoltà per i residenti. Sono presenti mucchi di materiale abbandonato senza nessuna protezione…il cantiere impedisce l’accesso all’ambulanza e al carro funebre. Tanti disagi, a vantaggio di chi?”

Positanonews sentirà  subito l’amministrazione Guida per approfondire la vicenda e confrontarsi con  tutte le parti in causa, come è doveroso per chi fa informazione,  ma come direttore del giornale voglio fare una considerazione personale .

Rampa di Liparlati e Via per il Cimitero di Positano le considerazioni di Positanonews

 

In realtà la rampa non ci sarebbe dovuta neanche essere, è l’inizio di una opera incompiuta, la strada per il cimitero, ora raggiungibile solo dopo almeno venti minuti a piedi inerpicandosi sulle scalette, cosa impossibile a persone con disabilità o molto anziane. Ogni volta che vediamo questa rampa ci viene l’amaro in bocca, lo vediamo come uno sfregio fatto al paese e al bellissimo quartiere storico, è  stata una scelta scellerata quella di cominciare questa strada, oggetto di campagna elettorale per almeno mezzo secolo. Solo oggi si è trovata una soluzione con un project financing affidato dal Comune alla ditta Gemar di Fabrizio Gargiulo che sta realizzando, con parcheggi interrati, un ascensore che arriverà a pochi passi dal nostro bellissimo , ma al momento difficilmente raggiungibile, cimitero.

Più informazioni su

Commenti

Translate »