Quantcast

Positano, la guerra in Ucraina non ferma le prenotazioni per Pasqua e Maggio tutto esaurito. Tassa di Soggiorno si aspettano due milioni

Più informazioni su

Positano, Costiera amalfitana. Dopo un rallentamento continuano a fioccare le prenotazioni, basta andare sui vari portali per vedere che la stagione turistica nella cittadina della Costa d’ Amalfi si prospetta florida dopo due anni di coronavirus Covid – 19 e il lockdown per la Pandemia c’è molta voglia di venire in vacanza in Italia e in particolare in Campania , fra Sorrento, Capri , Ravello e Positano .  Fra i ristoranti più gettonati Da Bruno ( nella foto ) e non solo, prenotazioni negli alberghi stellati al momento non sembra avere effetti molto negativi questa guerra a parte una sorta di attesa, pochissime disdette per Pasqua e maggio. E’ chiaro che la situazione potrebbe cambiare se la guerra continuasse o si estendesse. Positano quindi si aspetta anche come incassi un paio di milioni di euro dalla tassa di soggiorno, come nel periodo pre Covid , nel 2020 si scese molto al di sotto del milione di euro, ma già l’anno scorso su un milione e due centomila circa. Ovviamente c’è preoccupazione per la guerra si spera che la Russia si fermi in Ucraina, questa è una volontà generale , speriamo bene.  Per il resto , sentendo gli operatori, per aprile sarà tutto aperto nel paese, anche gli stabilimenti balneari, che quest’anno non hanno subito danni, mentre rimane l’assurdità dei lavori al molo ancora non iniziati e la mancanza di una strategia comune per il traffico, anche se Positano si sta preparando con ausiliari e stagionali, da parte degli altri comuni ancora non sembra vi siano iniziative condivise per gestire una emergenza annunciata…

Più informazioni su

Commenti

Translate »