Quantcast

Piano di Sorrento, la “Processione Nera” si prepara al Venerdì Santo: “Seguimi”

Piano di Sorrento. Venerdì Santo torna la tradizione e la storia e, dopo due anni di fermo, la “Processione Nera” dell’Arciconfraternita Morte e Orazione riprende il cammino per le strade della città. Riportiamo le bellissime parole pubblicate dall’Arciconfraternita in preparazione alla Processione del Venerdì Santo:
«Credo che a riempire alcune parole di senso sia sempre il lavoro oscuro e nascosto che le rende vive.
Così credo che la parola vestito sia più legata all’arte di mani sapienti che fanno trovare strade ed intrecci ad ago e cotone che alla taglia di chi lo indosserà.
Così si può parlare di Processione solo grazie a chi, con amore e dedizione, sacrifica affetti, passioni e lavoro per preparare cappucci, cordoni, guanti, scapolari e vesti.
Così si può parlare di Processione solo grazie a chi lucida lampioni che, brillando di fiammelle tremolanti, saranno lampioni una sola volta all’anno per poi ritornare a riposare dopo tanta fatica.
Così si può parlare di Processione solo grazie a chi coglie ed intreccia l’ulivo; a chi accorda tamburi e cori; a chi stira e ristira e stira ancora fino a quando non sarà né occhio né testa, ma il cuore a vedere perfetta la piega del vestito.
Così si può parlare di Processione solo grazie a chi ha saputo costruire la Croce perché è sicuramente la copia perfetta di quella che porta da anni sulle sue spalle.
Si pronunciano spesso parole di cui non si avverte il passaggio, ora dolce, ora amaro, di ogni singola sillaba attraverso la nostra bocca.
Si pronunciano spesso parole che nascondono preghiere potentissime per il tanto amore che le rende vive.
Lasciate parlare al sarto dei vestiti
e a chi ama delle Processioni».
(foto di Domenico Cinque)

Piano di Sorrento, la "Processione Nera" si prepara al Venerdì Santo: “Seguimi”

Commenti

Translate »