Quantcast

Penisola Sorrentina, Marc Innaro vicano di adozione: ecco chi è il giornalista in Russia

Chi segue costantemente gli aggiornamenti della guerra del nord Europa avrà sicuramente notato la figura di Marc Innaro su Rai3, intervenire spesso nel corso del telegiornale. Marc – in quanto direttore della Rai a Mosca – è al centro degli organi di stampa Rai in Russia, ben informato sui conflitti Russia-Ucraina.

Il suo legame con la Penisola Sorrentina

Innaro è molto noto in Penisola Sorrentina per esser divenuto ormai cittadino di adozione per Vico Equense, o meglio, del Faito. E’ proprio sul monte dei Lattari a cavallo tra Castellammare di Stabia e Penisola Sorrentina che Marc trascorre alcuni giorni di riposo. Tempo fa era direttore della sede Rai di Gerusalemme, e durante sua assidua permanenza in Penisola Sorrentina, gli fu conferito il Premio Lions “Sorrento nel Mondo” come giornalista di fama internazionale.

Un punto di riferimento per i vicani

Dunque Marc è diventato un vero e proprio punto di riferimento per gli abitanti di Vico Equense e del Faito, al punto che ci si è rivolti a lui in caso di problematiche nel paese alle quali si voleva dare particolare rilevanza.

La carriera del giornalista internazionale

Nato a Napoli nel 1961, è laureato in Lingue e Letterature straniere. È assunto in Rai nel 1990 e, l’anno successivo, viene assegnato al Giornale Radio.  Nel 1994 è a Mosca in qualità di corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi. Dal 2001 al 2003, è corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi a Gerusalemme. Nel 2003 viene trasferito a Il Cairo in qualità di corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi dall’Egitto e dai Paesi del Maghreb e dell’Africa Nera. In relazione al nuovo assetto organizzativo aziendale, dal 2004 opera alle dirette dipendenze del Direttore Generale e, in seguito, dell’Amministratbore Delegato, fermo restando l’incarico di corrispondente estero. Nel 2014 ritorna a Mosca con l’incarico di corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi con competenza sui Paesi della Comunità degli Stati Indipendenti. Successivamente gli viene affidata la responsabilità del suddetto ufficio di corrispondenza e, nel 2015, gli viene riconosciuta la qualifica di Capo Redattore.

 

 

 

Commenti

Translate »