Quantcast

Napoli si vota per la Città Metropolitana, il sindaco di Meta Peppe Tito cerca la riconferma , in corsa anche Balzano, Di Prisco, De Angelis e Peppe Aiello

Più informazioni su

Napoli si vota per la Città Metropolitana, il sindaco di Meta Peppe Tito cerca la riconferma , in corsa anche Di Prisco, De Angelis e Peppe AielloSi vota oggi dalle ore 8 alle 22 a Palazzo Matteotti per la Città metropolitana: 24 poltrone in palio. Chiamati alle urne 1493 tra sindaci e consiglieri comunali dei 92 Comuni della provincia. Elezioni di secondo livello con voto ponderato: il valore di ciascun voto varia a seconda del numero di abitanti del Comune di appartenenza. Sette le fasce demografiche contraddistinte da altrettanti colori delle schede e suddivise in due sezioni: urne nella sala Cirillo e nella sala Borsellino. Una sola preferenza possibile. Sono 11 le liste presentate, 156 i candidati. La campagna elettorale è stata di fatto un affare privato tra sindaci, consiglieri comunali senza che i cittadini potessero dire la loro. Non tutti ovviamente e questo è un primo dato politico importante. Castellammare di Stabia e Torre Annunziata, la prima sciolta per infiltrazioni camorristiche, la seconda per le dimissioni dei consiglieri ma su cui pende la spada di Damocle della commissione anticamorra, non potranno partecipare. Rispetto a cinque anni fa, i sei Comuni della Penisola Sorrentina si presentano divisi all’ appuntamento. Candidati nella lista “Progressisti e Riformisti” il sindaco di Meta Giuseppe Tito e l’assessore Biancamaria Balzano, anche lei di Meta. Nella lista “Napoli Metropolitana” c’è Luigi Di Prisco, presidente del consiglio comunale di Sorrento e la consigliera Elvira De Angelis anche lei di Sorrento. Nella lista di “Forza Italia” Giuseppe Aiello, sindaco di Vico Equense. Praticamente a contendersi la rappresentanza della Penisola Sorrentina nel futuro consiglio metropolitano saranno in tre: Giuseppe Tito (uscente) e Luigi Di Prisco per l’area di centrosinistra, Giuseppe Aiello per il centrodestra.

La foto è di Roberto Porzio

Più informazioni su

Commenti

Translate »