Quantcast

Massa Lubrense si mobilita con la campagna “Un aiuto concreto per l’Ucraina”

Massa Lubrense si mobilita con la campagna “Un aiuto concreto per l’Ucraina”. Il Comune di Massa Lubrense si mobilita con la campagna “Un aiuto concreto per l’Ucraina”. Sta per essere pubblicato un avviso pubblico per chiedere la disponibilità di alloggi o di posti letto a cittadini, famiglie, strutture alberghiere, b&b, affittacamere, case vacanze, agriturismi, comunità ed enti religiosi, per ospitare i rifugiati della guerra in Ucraina. Attivato anche un conto corrente dedicato dove raccogliere donazioni per concorrere alle spese per l’accoglienza.

“Era nostro dovere attivarci, in considerazione degli eventi bellici scaturiti dall’invasione dell’Ucraina -ha commentato il consigliere delegato alle Politiche Sociali Mina Minieri- e della grave crisi umanitaria in corso con più di un milione di persone, in stragrande maggioranza donne e bambini, che si sono e si stanno rifugiando nei Paesi Europei per difendersi dagli orrori della guerra. Abbiamo anche raccolto la volontà di molti concittadini e associazioni che in questi giorni si sono resi  disponibili  ad una collaborazione attiva ed all’aiuto economico dei rifugiati”.

L’iniziativa fa seguito, inoltre, al documento di solidarietà all’Ucraina votato ad unanimità da tutti i Consiglieri Comunali di Massa Lubrense nell’ultima seduta del civico consesso e ad uno specifico indirizzo contenuto in una delibera dell’ Amministrazione guidata da Lorenzo Balducelli.

Sul sito istituzionale  e sui canali social del Comune sarà disponibile un modulo dove si può dichiarare la disponibilità all’accoglienza dei rifugiati da inviare all’indirizzo mail  assistentesociale.massalubrense@pec.it  Per quanti invece volessero concorrere alle spese di accoglienza è attivo un conto corrente bancario intestato al Comune di Massa Lubrense con IBAN IT25Y0514240260CC1286015708 . Nei bonifici bisogna indicare la causale PROFUGHI UCRAINA.

“Nell’attività di accoglienza -continua Mina Minieri-  saranno privilegiati i ricongiungimenti con familiari residenti per lavoro o per altri motivi nel territorio comunale o comunque l’accoglienza di conoscenti di ucraini residenti nel nostro Comune, al fine di facilitare i processi di integrazione sociale e culturale.  Ci tengo a sottolineare che in questo momento è estremamente difficile far pervenire nella zona di guerra aiuti in alimenti, indumenti, coperte, è per questa ragione che  non abbiamo attivano nessuna raccolta di questo tipo. Sono sicura che anche in questa situazione di emergenza Massa Lubrense saprà fare la sua parte dimostrando ancora una volta la sua grande generosità”.

Commenti

Translate »