Quantcast

L’intervento del pentastellato Rosario Lotito: “Sant’Agnello… Casa Albergo per anziani o solo albergo?”

Sant’Agnello. Riportiamo il post pubblicato dal pentastellato Rosario Lotito che interviene sulla costruzione della Casa Albergo per anziani nella frazione di Trasaelle: «In questi ultimi anni a Sant’Agnello sono stati distrutti oltre 30 mila metri quadrati di aree verdi per fare spazio al cemento facendo balzare il comune di Sant’Agnello ai primi posti tra i comuni più cementificati della penisola Sorrentina.
Tutti ricordiamo il famigerato “ECOMOSTRO” di Meta e tutti abbiamo applaudito quando, tra boati e polvere, venne definitamente abbattuto.
Ma come in tutte le favole il MOSTRO non muore mai ed è sempre pronto a fare la sua apparizione più forte di prima.
Ed infatti appena due anni dopo, precisamente nel 2016, eccolo che comincia a strisciare più subdolo ed insidioso che mai, da Meta si sposta a Sant’Agnello sotto una nuova identità “CASA ALBERGO PER ANZIANI”
Tutti conosciamo bene la sua nuova ubicazione, ed è facile vederlo mentre ci sbeffeggia affacciato tra il verde delle nostre amate colline in località Trasaelle lungo la strada che conduce ai Colli di Fontanelle.
La zona in cui il MOSTRO si è rigenerato è protetta, non si può assolutamente edificare, ma lui è furbo, è subdolo, sa come aggirare i divieti ed infatti sa che in quella zona è possibile edificare solo immobili che abbiano il bollino di “pubblico interesse” e sa anche che tali interventi edilizi possono essere proposti da privati che poi si convenzionano con il Comune.
E difatti alcuni privati, sotto forma di società, si propongono per costruire una bella casa albergo per anziani.
Intanto la proprietà del terreno, sul quale il mostro sta per rinascere passa, di mano.
Vengono stipulate due convenzioni la prima, che verrà poi sostituita dai nuovi proprietari, prevedeva che la nuova struttura: “dovrà garantire gratuitamente al Comune la disponibilità per l’assistenza di almeno 2 (due) persone, ed inoltre la riduzione del 20% delle tariffe applicate al momento del soggiorno, a persone residenti nel Comune di Sant’Agnello.
La seconda e definitiva convenzione invece prevede: “…la riduzione del 25% delle tariffe applicate ed inoltre una riduzione del 45% delle tariffe per due persone segnalate dal Comune come particolarmente bisognose”.
Ora anche il mio asinello preferito, che passo sempre a salutare quando vado a passeggiare sulla pineta delle Tore, capisce bene che la seconda è meno favorevole della prima, ma chissà per quale arcano motivo viene accettata in sostituzione della prima.
Intanto l’asinello mi chiede del perché lui è ritenuto un asino che non capisce nulla mentre gli altri, quelli buoni, no.
Sinceramente non gli ho saputo dare una risposta….
Intanto nel 2018 la struttura viene nuovamente rimessa in vendita e al momento non si sa se è passata di mano o meno.
Il MOSTRO è paziente e sa che le cose possono cambiare e aspetta pacioso la sua definitiva rinascita e destinazione d’uso.
Resta il fatto che dal momento del rilascio del permesso a costruire, avvenuto nel lontano 2016, sono trascorsi sei anni ed ancora non si riesce a capire se mai questa “Casa Albergo per Anziani” aprirà i battenti o aprirà solo “L’ Albergo” e non certo per i nostri anziani, ma solo per quelli che verranno a visitare il nostro paese da turisti paganti……».

L’intervento del pentastellato Rosario Lotito: “Sant’Agnello… Casa Albergo per anziani o solo albergo?”

Commenti

Translate »