Quantcast

La vera storia di ‘O sole mio! Inno di fratellanza tra Napoli ed Odessa

Più informazioni su

Che bella cosa na jurnata ‘e sole,
Comincia con questa strofa la canzone napoletana più famosa al mondo. Ma la musica di ‘O sole mio non fu scritta a Napoli come tutti potrebbero pensare, ma nella città di Odessa sul mar Nero.
La città ucraina che in questi giorni è sotto l’attacco delle bombe russe quasi a voler oscurare quel sole e quell’aria di serenità citata nella canzone.
Nel 1898 il compositore Eduardo Di Capua parte con il padre violinista in tournee in Impero Russo, in tasca porta con sé il testo di O’ sole mio del giornalista-scrittore Giovanni Capurro.
La musica sembra sia stata ispirata da una splendida alba sul mar Nero e dalla bellissima moglie del senatore Giorgio Arcoleo, la nobildonna Anna Maria Vignati-Mazza detta “Nina”, vincitrice di un concorso di bellezza a Napoli.
Il brano venne poi presentato alla Festa di Piedigrotta a Napoli ma senza ottenere grande successo, arrivando solo secondo vincendo un premio di 200 lire.
‘O Sole mio una delle canzoni più famose di tutti i tempi, non fruttò molto ai suoi due autori, Capurro e Di Capua, che morirono in povertà, rispettivamente nel 1920 e nel 1917.
Oggi la canzone napoletana più famosa al mondo rappresenta un ponte simbolico che unisce Napoli ed Odessa, un grande inno di pace e di fratellanza di due popoli che hanno da sempre guardato lo stesso sole e con l’unica speranza di ritrovare presto n’aria serena doppo na tempesta!

Più informazioni su

Commenti

Translate »