Quantcast

Jorit, dopo il murale dedicato a Lucio Dalla, ecco quello per la pace dedicato a Dostoevskij

Napoli – Il nuovo murale dello street artist Jorit ha il volto dello scrittore simbolo della libertà di espressione perché censurato da Putin, Fëdor Michajlovič Dostoevskij. Licenziato con successo il capolavoro dedicato a Lucio Dalla realizzato a Sorrento, l’artista Ciro Cerullo, in arte Jorit, non si ferma più. A Napoli, ha, infatti, dipinto un murale sui muri dell’Istituto superiore “Augusto Righi” raffigurante uno dei maggiori scrittori russi, Fëdor Michajlovič Dostoevskij (1821 – 1881), l’autore di “Delitto e Castigo” e “I fratelli Karamazov”, già passato per l’arresto, la condanna e la deportazione in Siberia è degno rappresentante di tutti i russi che questa guerra la giudicano un’assurda barbarie. Il volto attempato, con le strisce rosse che lo scarnificano, come tutti i personaggi ritratti dall’artista di strada, è lì a ricordare che “solo con la cultura si capiscono le cause delle guerre e si costruisce la pace”. “La cultura è valore universale della #humantribe, per cui Dostoevskij è patrimonio dell’umanità“, ha ribadito Jorit durante la conferenza stampa. Infine, il testo che Jorit, come consuetudine, ha nascosto sotto il volto dell’illustre scrittore, è un dialogo tratto dal film “Uccellacci e Uccellini” di Pier Paolo Pasolini. L’accostamento al poeta e regista italiano nel centenario della sua nascita, non è stato casuale. Pasolini, infatti, è l’intellettuale italiano che forse più di ogni altro ha lottato per il risveglio delle coscienze, sottolineando in molte sue riflessioni come la cultura debba essere lo strumento principe per far aprire gli occhi alle persone e interpretare la realtà nella sua essenza e totalità. L’opera sarà inaugurata tra due settimane assieme all’artista DOES, che sarà nel capoluogo campano dal 25 marzo prossimo.

a cura di Luigi De Rosa

Generico marzo 2022
Jorit a Sorrento impegnato con il murale dedicato a Lucio Dalla

Link utili: https://www.jorit.it/

Commenti

Translate »