Quantcast

Il Ministro del Kerala su Arya e Zaira: “L’amore deve salvare il mondo”

Più informazioni su

Una storia di paura e di coraggio giunge dall’Ucraina in India: una giovane studentessa di medicina, appena ventenne di origini indiane, iscritta all’Università ucraina di Vinnytsya, ha deciso di non abbandonare Zaira, il suo amato cane Siberian Husky di cinque mesi.

La paura della guerra, le bombe e l’avanzare della violenza sulle strade, non ha impedito ad Arya Aldrin, di recedere dall’intento di non abbandonare il suo inseparabile quattrozampe.

Mentre i suoi compagni scappavano, per due giorni si è impegnata a procurarsi i documenti necessari alla partenza.

Arya aveva ricevuto il cucciolo da poco e fra i due era subito nato un legame fortissimo, tanto che Zaira non mangiava nemmeno, senza che lei non le fosse vicino.

Ha raccontato di essere stata costretta a subire molti controlli, alcune persone hanno riso di lei ed ad un certo punto ha dovuto camminare per 20km perché Zaira, in realtà ancora un cucciolo, aveva le zampe tutte coperte di vesciche, per cui lei ha svuotato le borse per riuscire a trasportarlo e non farlo più camminare.

La storia di Arya e Zaira ha fatto il giro del mondo, sui social è diventata virale, tanto che il Ministro dell’Istruzione del Kerala Vasudevan Sivankutty, l’ha pubblicata con una foto, per lanciare un commovente messaggio di speranza:

“Arya, del distretto di Vandiperiyar, è tornata in terra indiana, lasciando il campo di battaglia senza abbandonare il suo cane. L’amore deve salvare il mondo”.

Arya e Zaira sono finalmente arrivati all’aeroporto in Kerala, dopo alcuni problemi anche da parte delle compagnie aeree: partita dalla Romania, ben due compagnie si sono rifiutate di farli salire a bordo, nel tentativo di non creare uno scomodo precedente. L’intervento delle autorità governative indiane però, ha permesso alla fine ai due fuggitivi di imbarcarsi ed arrivare in India, finalmente a casa!

Inserito da Beta per Positanonews

Più informazioni su

Commenti

Translate »