Quantcast

Ginnastica, Evoluzione Danza Angri grande organizzazione e resta in serie A2

In uno scenario da Coppa del Mondo, al PalaVesuvio di Napoli è andata in scena la finale della regular season dei Campionati Nazionali di Serie A1-A2-B di Ginnastica Ritmica della Federazione Ginnastica d’Italia. Impeccabile, come sempre, l’organizzazione di Evoluzione Danza Angri con Colomba Cavaliere e Tiziana Gallo a guidare uno staff ampiamente collaudato nelle precedenti edizioni di Eboli e Napoli. Unica società della Campania in gara, la compagine di Colomba Cavaliere ha centrato l’obiettivo di rimanere nell’élite nazionale della disciplina con la riconferma in Serie A2 anche per il prossimo anno sportivo. Viola Crippa, Carlotta Maino, Andrea Cristina Verdes, Asia Benvenuto e Federica Boffa (tutte nella foto), dopo le tre prove di Cuneo, Bari e Napoli, hanno, infatti, chiuso la classifica generale al nono posto con punti 204.00, a meno di tre punti dai playoff-playout in programma a Folgaria il primo maggio. Un obiettivo che era alla portata del sodalizio campano e che avrebbe ripagato il club del grande sforzo organizzativo sostenuto. Va, comunque, sottolineato che Evoluzione Danza è al suo primo anno nella serie cadetta, promozione conquistata lo scorso anno a Fabriano, in casa di Julieta Cantaluppi legittima pretendente allo scudetto tricolore 2022 nella massima serie con le sue stelle, Milena Baldassarri e Sofia Raffaeli, che, con le loro esecuzioni, hanno letteralmente infiammato l’impianto di Ponticelli.
Dispiace per il risultato sfuggito al club di Angri proprio nell’ultimo esercizio, peraltro, davanti al folto e caloroso pubblico amico. Quello stesso pubblico che ha regalato una standing ovation alla ginnasta ucraina Viktoriia Onopriienko, rifugiata di guerra in Italia e accolta dalla società Armonia d’Abruzzo che l’ha schierata in pedana qualificandosi per la Final Six trentina anche grazie al suo contributo, visto lo straordinario punteggio di 30,85 ottenuto nell’esercizio con le clavette. La campionessa ucraina, quarta classificata agli ultimi Campionati del Mondo di Kitakyushu, al termine dell’esercizio ha sventolato la bandiera del suo Paese, mentre sul braccio recava la scritta: No War.
L’evento, andato in diretta su La7.it, ha visto la partecipazione dei vertici nazionali della Federazione, a cominciare dal Presidente Gherardo Tecchi, il suo vice Rosario Pitton, lo speaker ufficiale e voce della FGI Fabio Gaggioli, i Referenti Maria Cristina Casentini, Paola Porfiri, Emanuela Maccarani, Stefania Turbessi, Andrea Costarelli, l’inviato Federico Calabrò, il fotografo Simon Ferraro, e a livello regionale del numero uno della Campania Aldo Castaldo. Con lui le ufficiali di gara Liliana Leone, Alessia Mari, Daniela Ciancio e Rositza Ivanova, i segretari di gara Annalisa Terzo e Vincenzo Tais, il Direttore Tecnico del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, Luca Piscopo. Autorevoli anche le presenze delle istituzioni locali con Bruno Cesario per la Regione Campania, in rappresentanza del Governatore Vincenzo De Luca, e con l’Assessora allo Sport del Comune di Napoli Emanuela Ferrante, nell’occasione delegata del Sindaco Gaetano Manfredi. Proprio dalle sinergie tra Federazione Ginnastica d’Italia, Regione Campania, Comune di Napoli e Agenzia Regionale Universiadi per lo Sport, potrà uscire la tanto auspicata ed attesa fumata bianca per la realizzazione dei Campionati Europei di Ginnastica Artistica maschile e femminile 2024 al Palavesuvio. Dopo i successi organizzativi e tecnici, fatti riscontrare dalle Universiadi Napoli 2019, la Federazione Ginnastica d’Italia e la Città partenopea hanno ampiamente dimostrato di meritare gli European Championship, peraltro già assegnati ufficialmente a Napoli dall’European Gymnastics. Ora spetta alle Istituzioni sostenere l’iniziativa cogliendo al volo una grande opportunità internazionale.

Commenti

Translate »