Quantcast

Dal Governo 200 euro per fare benzina: ecco chi ne farà uso

Più informazioni su

Con la conferma del decreto taglia prezzi il Governo Draghi ha disposto una serie di aiuti e supporti economici per tutte le famiglie e per le imprese dipendenti dal trasporto su ruote. E che devono sorbirsi un aumento dei prezzi di benzina e gasolio sempre più insostenibili, con punte di 2,5 euro al litro, senza servizio. E che non ne vuole sapere di scendere. Dal Consiglio dei ministri è arrivata la notizia che il taglio complessivo saliva di altri 15 cent. Altra novità è che per tutto il 2022 l’importo del valore di buoni benzina o analoghi titoli ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti per l’acquisto di carburanti non concorre alla formazione del reddito sarà pertanto esentasse – fino al limite di 200 euro per lavoratore. Sul lato energia, il decreto legge prevede un’estensione del bonus sociale per le famiglie , il meccanismo che consente di sterilizzare gli aumenti delle bollette. La platea viene allargata a 5,2 milioni di famiglie dagli attuali 4 milioni, attraverso un innalzamento del tetto Isee da 8mila a 12mila euro. Per le imprese c’è invece la possibilità di rateizzare le bollette di luce e gas di maggio e giugno fino a 24 rate mensili, rateizzazione che era già consentita per le utenze domestiche. Purtroppo il Governo non ha potuto garantire sufficienti risorse per tutti, e ha dovuto contingentare la misura esclusivamente per alcuni soggetti, e secondo alcuni criteri di selezione. Anche in questo caso torna in gioco l’attestazione ISEE, la cui ultima versione è disponibile dal 1 gennaio 2022. 

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »