Quantcast

Da Sorrento una “Pacestiera” per l’Ucraina

Sorrento (NA) Antonio Cafiero, maître de pâtisserie sorrentino, mai parco di idee e iniziative non solo culinarie ma anche glamour e social questa volta ha badato al sodo e si è inventato una pastiera, anzi una “Pace-stiera”, in un neologismo un po’ azzardato, che sta a indicare un dolce classico della nostra tradizione pasquale che possa essere anche simbolo di pace e solidarietà per il popolo ucraino. Una piccola grande iniziativa che si sposa con il progetto di aiuti umanitari organizzati da don Luigi Castiello cappellano Ospedale del Mare di Napoli, in quanto il ricavato della vendita di queste pace-stiere speciali contribuirà alla raccolta fondi per l’acquisto di medicinali. Lo stesso maestro pasticcere ha dichiarato all’ANSA: ” È la classica pastiera a cui ho aggiunto i colori della bandiera della pace per decorare l’inconfondibile griglia di strisce di pastafrolla. Il mio è un invito per i clienti ad avere un pensiero per popolo ucraino sperando che la guerra finisca prima possibile magari prima della Santa Pasqua. Una pace che consentirà a tutte quelle donne e bambini, alcuni dei quali ospiti della nostra comunità, di ritornare a casa e riabbracciare i loro cari“.
A cura di Luigi De Rosa

Generico marzo 2022
Antonio Cafiero, maître de pâtisserie sorrentino (foto ANSA)

Generico marzo 2022

Pacestiera: Мені здається, це не зовсім поезія, а щось дуже-дуже подібне до неї, правда?

 

Commenti

Translate »