Quantcast

Cava de’ Tirreni: guerra al rifiuto selvaggio, in arrivo 80 multe

Cava de’ Tirreni: guerra al rifiuto selvaggio, in arrivo 80 multe. Ne parla Simona Chiariello in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Oltre ottanta verbali e conseguenti multe sono in arrivo per punire gli sporcaccioni. È il risultato di una serie di blitz, degli agenti accertatori Anpana che in alcuni casi hanno beccato gli autori delle infrazioni, in altri sono riusciti, attraverso accertamenti capillari, i responsabili. Le zone maggiormente coinvolte nel fenomeno del cosiddetto sacchetto selvaggio sono state Via degli Aceri, Via Eduardo de Filippis/Pregiato, Via D’Amico, di fronte al canile, e ancora le frazioni di Sant’Anna e San Martino. «Purtroppo i cittadini continuano a sporcare le strade – spiega il maresciallo Vincenzo Senatore, responsabile della sezione Anpana – portando il sacchetto dei rifiuti in strada fuori orario, e quel che peggio mischiando umido, plastica, carta… non sappiamo più come chiederlo di rispettare giorni e orario di dividere i rifiuti. Tanti sarebbero i vantaggi: meno costi per lo smistamento dei rifiuti, una città pulita, innalzamento della percentuale di raccolta e comune premiato, abbassamento della tassa sui rifiuti». Secondo le ricostruzioni delle stesse guardie ambientali, le ispezioni avrebbero riguardato alcune zone centrali (come via Degli Aceri) così come aree periferiche e frazioni, Gli agenti avrebbero beccato alcuni cittadini a smaltire rifiuti fuori orario e in giorni non consentiti. Ma non solo. Le guardie ambientali hanno esaminato i sacchetti per identificare gli autori di rifiuti non indifferenziati. Per loro in queste ore arriverà l’amara sorpresa di una multa. Il sindaco Vincenzo Servalli e l’assessore alla sicurezza Germano Baldi hanno siglato una convenzione con le guardie Anpana, alle quali sono affidati diversi compiti relativi alla tutela dell’ambiente, tra i quali anche il fenomeno del sacchetto selvaggio e dello smaltimento illecito di rifiuti. Proprio nella giornata di sabato le guardie ambientali erano in azione al centro: «Sabato per le strade non ci dovrebbero essere buste di rifiuti. La spazzatura va conferita domenica dalle 20 alle 4 del mattino. Anche sabato sera gli operatori delle guardie eco zoofile dell’Anpana hanno elevato cinque verbali sul territorio cittadino per mancata differenziazione dei rifiuti. All’interno dei sacchetti sono stati trovati rifiuti di ogni genere: umido, carta, cartone, plastica, medicinali, polistirolo, taniche di olio di motore. Raccomandiamo – scrivono i responsabili della sezione cavese – di osservare il calendario dei rifiuti, conferirle in modo corretto e rispettare l’ora di conferimento». Stando a quanto riferito dai responsabili in alcune zone della città come Sant’Anna, in passato fortemente colpita da rifiuti selvaggi, molto è stato fatto. «Ma ancora c’è tanto da fare», assicurano.

Commenti

Translate »