Quantcast

A Sorrento “Abbracci” dopo il lockdown e contro la guerra, il libro di Tiuna Notarbartolo un messaggio d’amore e pace foto

Più informazioni su

A Sorrento “Abbracci” dopo il lockdown e contro la guerra, il libro di Tiuna Notarbartolo un messaggio d’amore e pace . Presi dalle nostre guerre quotidiane siamo arrivati in ritardo, ma non troppo per non apprezzare l’iniziativa dell’eroico Mimmo Bencivenga, che ha una libreria-scrigno sul Corso Italia che è impossibile non visitare e conoscere per chi ama la cultura. Bencivenga è una garanzia, i suoi eventi sono sempre delle perle preziose e comportano anche l’occasione di incontri e confronti interessanti e illuminanti come con il giornalista Felice Massimo De Falco presente all’evento  . Il piccolo libro degli abbracci di Tiuna Notarbaolo Editore Giammarino è un messaggio d’amore e pace , invita a dedicarsi alla bellezza, alla dolcezza di un abbraccio.  ” Ci abbracciammo come se danzassimo, fermi in un tempo e in luogo”. In uno dei versi di Tiuna è racchiusa un’intera epoca: occupando una sola mattonella, rimanevamo fermi, abbracciati, dondolandoci al tempo dei “lenti” … E dicevamo che stavamo ballando perché ci vergognavamo di dire: ci stiamo abbracciando. Ci sono alcune cose che sono molto evocative; le immagini, ma di più la musica, e ancora di più un abbraccio. Di un abbraccio riesci a “sentire” il tepore a decenni di distanza. Ha senso oggi parlare di abbracci? Con il distanziamento sociale e la sensazione che essere prossimi non genera più benessere, ma addirittura paura? Forse si. Ha il senso del recupero, del ripristino ….

Il libro è davvero ben curato e prezioso, immagini appropriate accompagnate dalle bellissime strofe della Notarbartolo o da citazioni illuminanti di importanti autori, le immagini con le parole sono catartiche , pregne di significato scritto per il lockdown , dove gli abbracci mancavano per la pandemia da Covid, è molto appropriato in questo momento, vorremmo sostituire alle bombe gli abbracci.

Foto Francesco Sabbatino

Breve biografia dal web dell’autrice

Tjuna Notarbartolo, scrittrice, giornalista, critico letterario, esperta di comunicazione, dirige il Premio Letterario Elsa Morante.

Collabora alle pagine culturali di diversi quotidiani nazionali.

Traduce dal francese per case editrici italiane.

Ha pubblicato i “Cahiers Elsa Morante”, curati con Jean-Noel Schifano, nel ’92 (Edizioni Scientifiche Italiane);

i Cahiers Elsa Morante II”, curati con Nico Orengo, nel ’94 (Edizioni Sottotraccia);

La sirena scontrosa”, piccola guida letteraria dell’isola di Procida ’96 (Progetto Impresa Editore).

Esperta di mass-media, laureata in scienze della comunicazione, elabora un nuovo modello di produzione comunicativa e culturale nel saggio “L’idiota digitale” (Liguori Editore) -2006.

Nel 2008 esce il romanzo “Tango elettrico”, presso l’editore Borelli di Modena, nella nota collana “Pizzonero”, col quale vince il Premio Fiuggi.

Nel 2009 pubblica il racconto breve “Dentro la Favorita”, nella collana viaggi d’autore, un progetto letterario promosso dalla Città di Ercolano.

Nel 2010 esce il suo racconto “Stai qua” nel libro collettaneo “Nisida” (Guida editore).

Sempre nel 2010 cura il libro di racconti collettaneo “L’isola nomade” con l’ADM Libri. Firma un contratto di esclusiva con Rusconi Libri con cui esce “Sublime passione”.

Come docente di comunicazione ha tenuto lezioni in università private, tra cui il master post laurea di Unitel diretto da Maurizio Costanzo.

Cura marketing e comunicazione per aziende e personaggi.

Più informazioni su

Commenti

Translate »