Quantcast

Vaccinato dopo tre dosi muore di Covid a 49 anni , Castellammare piange Ciro Criscuolo

Castellammare di Stabia ( Napoli ) . Tre dosi di vaccino anche con il  booster non si è impedito il contagio con il coronavirus Covid – 19 . Ricoverato in ospedale è morto cinque giorni fa Ciro Criscuolo. Fatale per il paziente di 49 anni che lottava già con un’altra grave patologia l’essere entrato in contatto con il virus.

L’ultima ondata di contagi, con una media di 100 nuovi positivi al giorno a Castellammare, continua a fare vittime.

Non più solo anziani, ma anche persone giovani che non riescono a reagire agli effetti del Covid in presenza di altre patologie. Causa anche della velocità con cui il virus continua a correre in come una influenza .

Forte il dolore per la perdita dello stabiese che lavorava nel settore della edilizia. “Un angelo” lo definiscono amici e parenti. Una vittima di questa pandemia che ha tolto il futuro ad un uomo impegnato a combattere per guarire e continuare a vivere con la sua famiglia.

Sono 4 le vittime del virus registrate dall’inizio del mese di febbraio in città. Un incremento dettato dall’aggravarsi delle condizioni dei pazienti contagiati e ricoverati nelle scorse settimane, quando era stato raggiunto il picco dei positivi sul territorio comunale e regionale. Tra le vittime c’è anche un 49enne, residente nel rione San Marco, che ha perso la vita a causa delle complicanze respiratorie subentrate nei giorni scorsi a seguito del contagio che lo ha coinvolto a fine gennaio. Gli altri decessi riguardano un 63enne e una 97enne della periferia nord, nonché un 72enne del centro cittadino, che fanno salire a 18 il numero dei pazienti morti nel corso della quarta ondata della pandemia Covid-19. Numeri che si avvicinano gradualmente a quelli registrati nelle precedenti fasi acute del contagio, anche se la percentuale dei decessi rispetto al numero dei positivi è in evidente calo rispetto al passato. Se da un lato il numero dei cittadini che hanno perso la vita è cresciuto in maniera consistente nelle ultime settimane, dall’altro il calo dei contagi sta proiettando la città fuori dallo stato emergenziale, tanto più se si considerano anche gli effetti benefici di una campagna vaccinale che vede coinvolto ormai l’86% della popolazione, di cui oltre il 50% ha già ricevuto anche la terza dose.

Commenti

Translate »