Quantcast

Sorrento: oggi l’appuntamento con lo Spremuta Day

Più informazioni su

Sorrento: oggi l’appuntamento con lo Spremuta Day. Negli scorsi giorni sono state 8 le tonnellate di arance già raccolte dalle alberature pubbliche sorrentine, come previsto dal progetto SorrentoOrangeWeek, ideato da Penisolaverde, l’evento nato per incentivare la trasformazione ed il consumo delle arance raccolte dalle alberature pubbliche della città. Gli agrumi, nel corso degli ultimi mesi, sono stati sottratti all’onere delle operazioni di smaltimento e avviati ad un processo virtuoso che li ha visti trasformati, fino ad ora, in 1.300 barattoli di marmellata, 4 litri di olio essenziale ad uso alimentare e 1.300 litri di succo di arancia.

Oggi, mercoledì 16 febbraio, ritorna a Villa Fiorentino lo Spremuta Day, l’iniziativa di Slow Food costiera sorrentina e Capri rivolta agli studenti del territorio, realizzata in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento, con Fondazione Sorrento e da quest’anno con Penisolaverde Spa nell’ambito della manifestazione “SorrentoOrangeWeek”.

Una particolarità che fa dello Spremuta Day una delle iniziative che meglio incarna le idee di lotta allo spreco alimentare e riduzione degli scarti.

L’appuntamento di Villa Fiorentino vede protagonisti gli alunni delle scuole della prima e secondaria di primo grado degli istituti comprensivi allo scopo di promuovere la conoscenza ed il consumo delle arance sorrentine sotto forma di succo, esaltare le caratteristiche nutrizionali e le proprietà benefiche dell’agrume attraverso un percorso ludico-educativo pensato ad hoc per i ragazzi, che va dall’assaggio guidato, al gioco, al riconoscimento delle etichette.

L’arancio biondo sorrentino, registrato nell’Arca del Gusto di Slow Food, la cui coltivazione in penisola, pare risalire addirittura al 1300, offre al palato sensazioni straordinarie. Ed ora, grazie a queste iniziative realizzate per diffonderne la conoscenza soprattutto tra i più giovani, si punta ad incentivarne la produzione ed il consumo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »