Quantcast

Sorrento, lavori in ritardo al Palatigliana: Folgore Massa ancora in esilio

Sorrento, lavori in ritardo al Palatigliana: Folgore Massa ancora in esilio. La ShedirPharma Folgore Massa si sta rivelando la matricola terribile del campionato di serie A3 nazionale di volley. Un team costruito con l’obiettivo di centrare una salvezza tranquilla, che, però, veleggia a metà classifica e non nasconde l’ambizione di centrare una inattesa qualificazione ai playoff. “Nel 2022 questa squadra sta facendo vedere cose straordinarie – sottolinea il ds biancoverde Fabrizio Ruggiero – peccato che gran parte dei nostri tifosi riesca a seguirci solo attraverso i telefonini o la tv. La serie A è un palcoscenico sportivo straordinario e merita di tornare in penisola”.

Il riferimento è all’esilio forzato cui la Folgore è obbligata dall’avvio della stagione. La necessità di emigrare è emersa dopo il confronto tra i dirigenti della ShedirPharma ed i rappresentanti della Lega Serie A di volley che hanno effettuato un sopralluogo in costiera per verificare l’agibilità e la presenza dei requisiti nelle due strutture individuate dalla società.

Il palazzetto dello sport di Sorrento, che ha ospitato le partite casalinghe negli ultimi anni, ha fatto emergere due criticità: gli spogliatoi che necessitano di una accurata manutenzione per rendere agibili sala stampa e sala antidoping ed altezza della struttura visto che le tre travi presenti in area di gioco per sorreggere i fari sono collocate a 7,85 metri dal suolo mentre è indispensabile avere almeno 8 metri di altezza su tutto il rettangolo di gara.

Nessun problema, invece, è stato riscontrato dai tecnici federali presso la struttura di Agerola dove attualmente la compagine costiera gioca le partite in casa. Si pensava che l’esilio forzato si sarebbe protratto solo per qualche mese, ma dopo l’inizio del girone di ritorno ancora non si intravede una data per il possibile ritorno in penisola.

“Stiamo provando ad allungare la stagione e portare avanti il sogno sportivo dei playoff – spiega Ruggiero -. Sarebbe fantastico se il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, riuscisse a regalare a tutto il movimento sportivo la possibilità di assistere a questo spettacolo presso il Palatigliana. Tornare a casa per noi sta diventando una questione di sopravvivenza e siamo fiduciosi nel lavoro delle istituzioni in questa direzione”.

Dal Comune fanno sapere che sono al lavoro per adeguare il palazzetto alle esigenze espresse dalla Lega. In ogni caso gli interventi sono ancora alla fase progettuale, quindi è difficile ipotizzare che i lavori possano essere eseguiti ed ultimati prima della fine della stagione. Almeno si spera che il Palatigliana sia pronto per il prossimo campionato.

Nel frattempo la squadra di coach Nicola Esposito pensa ai prossimi impegni. Alle porte ci sono tre derby. Tre partite da giocare a viso aperto con la consapevolezza dei propri mezzi e con la rabbia di voler raccogliere di più rispetto al girone di andata. Nell’ordine la Folgore Massa affronterà Marigliano, Marcianise ed Ottaviano, sognando di agguantare l’ingresso nella pool promozione già nel primo anno in serie A3.

Fonte Il Mattino

Commenti

Translate »