Quantcast

Smart Coast Network: Stabia e penisola sorrentina per la mobilità green ed i borghi marinari foto

Smart Coast Network: Stabia e penisola sorrentina per la mobilità green ed i borghi marinari

Castellammare di Stabia ( Napoli ) . I sindaci di Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, SantAgnello, Sorrento e Massa Lubrense sono stati ospiti a Castellammare, nellaula consiliare di Palazzo Farnese

Riconnessione del tessuto urbano attraverso la mobilità green e la rigenerazione dei quartieri storici e dei borghi marinari. È questo il cuore di Smart Coast Network, il progetto dei sette Comuni della penisola sorrentina con capofila Castellammare di Stabia, candidato all’Avviso Pubblico della Città Metropolitana di Napoli per la presentazione di manifestazioni di interesse per l’adesione al Pnrr, missione 5, componente 2, investimento 2.2. Nelle scorse ore i sindaci di Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento e Massa Lubrense sono stati ospiti a Castellammare, nell’aula consiliare di Palazzo Farnese.

Smart Coast Network è una progettualità da circa 15 milioni di euro per interventi volti al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale, economico e ambientale, con particolare riferimento allo sviluppo della mobilità ecosostenibile. Un’iniziativa mirata ad innescare processi atti a promuovere l’imprenditoria e l’occupazione, nel rispetto del principio dell’equilibrio di genere e rivolgendo particolare attenzione agli enti del terzo settore con attività di co-progettazione.

“Un’azione sinergica, – ha detto il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino – nell’ottica di una visione organica e univoca di tutta la fascia costiera, che consentirà di valorizzare le prospettive di sviluppo dell’area territoriale che attraversa Castellammare di Stabia e tutti i Comuni della penisola sorrentina, in linea con gli obiettivi di ecosostenibilità, mobilità green, rigenerazione urbana e riconnessione del tessuto urbano e sociale che costituiscono gli assi portanti del futuro dei nostri territori”.

La scheda presentata dal Comune di Castellammare include piccole aree verdi naturalistiche di connessione con l’ambito collinare e ridurre l’inquinamento, aree a verde attrezzato per consentire la riappropriazione degli spazi di quartiere, realizzazione di aree di sosta con sistemi di ricarica per bici e piccole auto elettriche con monitoraggio del traffico e smart parking per l’utilizzo delle fasce più vulnerabili. Le aree saranno caratterizzate da un sistema di lampioni intelligenti in grado di creare un ambiente “digitale per i propri cittadini”, in cui il wi-fi è accessibile in più punti.

Vico Equense ha espresso la volontà di riqualificare il borgo di Seiano attraverso una nuova pavimentazione, arredi e illuminazione) ha come visione quella di ricreare uno spazio pubblico rivitalizzato. Verrà poi realizzato un sistema di illuminazione che interessa i percorsi principali di connessione tra la città di Vico Equense e le città limitrofe di Meta e Castellammare. A Meta verranno installati pali di pubblica illuminazione alimentati da pannelli solari a batteria lungo il tratto di competenza della ss 145 Castellammare – Sorrento in località Scutolo, in prosecuzione degli analoghi posti in opera dai comuni di Castellammare e Vico Equense. Colonnine per ricariche elettriche a Meta, Sant’Agnello, Piano di Sorrento e Massa Lubrense, oltre a postazioni wi-fi ed acquisto di veicoli elettrici.

Sorrento, infine, riqualificherà Marina Piccola e Marina Grande, luoghi urbani strategici e di rilevante interesse paesaggistico. L’intervento sui due caratteristici borghi marinari consiste in un recupero per una diversa e più funzionale distribuzione degli spazi, al fine sia di ottimizzare il flusso di turisti da e per le isole del golfo sia per offrire un maggior godimento dell’area alla popolazione residente.

Commenti

Translate »