Quantcast

Scuola e Covid, le nuove regole per Dad e quarantena

Più informazioni su

Scuola e Covid, le nuove regole per Dad e quarantena. Da oggi, lunedì 7 febbraio, ci sono delle novità riguardo alle misure per contrastare il coronavirus nelle scuole. Queste sono retroattive, dunque riguardano tutti, anche le migliaia di studenti che sono già a casa in didattica a distanza perché nelle loro classi si sono riscontrati casi di positività.

Nelle scuole dell’infanzia, l’attività educativa e didattica prosegue in presenza per tutti fino a quattro casi di positività nella stessa sezione/gruppo classe. È previsto l’utilizzo di mascherine Ffp2 da parte dei docenti e degli educatori fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività. Dal quinto caso, l’attività è sospesa per cinque giorni.

Nella scuola primaria, le attività proseguono per tutti in presenza fino a quattro casi di positività nella stessa classe, con l’utilizzo di mascherine Ffp2 (sia per docenti sia per alunni sopra i 6 anni) fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività. Dal quinto caso, i vaccinati e gli esenti dalla vaccinazione proseguono in presenza con Ffp2 fino al decimo giorno. Per la permanenza in aula è sufficiente la certificazione verde. Per gli altri alunni è prevista la didattica digitale integrata per cinque giorni.

Nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie, in caso di comparsa di sintomi è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o “autosomministrato”) o un molecolare. Se si è ancora sintomatici, il test va ripetuto al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Nella scuola secondaria di I e II grado, con un caso di positività nella stessa classe l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di mascherine Ffp2. Con due o più casii vaccinati e gli esenti proseguono in presenza (con Ffp2). Per gli altri studenti è prevista la didattica digitale integrata per cinque giorni. Inoltre, con cinque o più casi di positività nei servizi educativi per l’infanzia, nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria e con due casi o più di positività nella scuola secondaria di I e II grado, si applica ai bambini e agli alunni il regime sanitario dell’autosorveglianza per i vaccinati, quarantena precauzionale di cinque giorni, che termina con un tampone negativo, per gli altri. Per i successivi cinque giorni dopo il rientro dalla quarantena, gli studenti dai 6 anni in su devono indossare la mascherina Ffp2.

Con le nuove norme vengono introdotti anche i tamponi “fai da te” per scuola dell’infanzia ed elementari. Fino a 4 casi, infatti, si resta tutti in classe, ma se un bimbo dovesse mostrare sintomi del virus deve sottoporsi a tampone: molecolare, antigenico oppure “autosomministrato“. In caso quest’ultimo fosse negativo, per rientrare in classe basterà l’autocertificazione. Chi va in quarantena, in ogni ordine e grado d’istruzione, per tornare a scuola dovrà fare un tampone antigenico o molecolare e non avrà bisogno del certificato medico.

Più informazioni su

Commenti

Translate »