Quantcast

Sciopero dei trasporti a Capri: cortei ed autobus fermi nei garage

Sciopero dei trasporti a Capri: cortei ed autobus fermi nei garage. Anche i lavoratori dell’ATC di Capri hanno aderito allo sciopero dei trasporti. A partire dalle 11:00, infatti, tutti gli autobus dell’azienda caprese sono rimasti fermi in garage, mentre i lavoratori si sono riuniti in un corteo.

Dopo i sit in sulla Piazzetta e sulla via provinciale, si è snodato il corteo dei lavoratori dell’azienda trasporti Campania di Capri formato da addetti aderenti al sindacato USB: un corteo è partito dal deposito dei mezzi in via provinciale Anacapri per fermarsi poi per un altro sit-in al piazzale due golfi e protestare poi sulle scale della chiesa i piazzetta, dove una delegazione è stata poi ricevuta dagli amministratori in comune.

«Le Amministrazioni Comunali di Capri e Anacapri esprimono la propria solidarietà ai dipendenti della Società ATC ed alle loro famiglie per la grave situazione sociale che si è venuta creare a causa del mancato pagamento da parte della società degli stipendi degli ultimi mesi. Manifestano, al contempo, la propria vicinanza ai lavoratori che hanno aderito allo sciopero di oggi 4 febbraio. Le Amministrazioni Comunali, inoltre, preoccupate dalla gravità della situazione sociale che coinvolge numerose famiglie isolane e dalle serie ripercussioni che il perdurare di un simile stato di cose avrà certamente sul corretto funzionamento del servizio pubblico locale per la prossima primavera che, invece, si dovrebbe prospettare come un momento di grande rilancio per l’economia isolana, ribadiscono con forza la necessità che gli organi preposti, ed in particolare l’Area Metropolitana di Napoli, da cui dipende il rilascio delle concessioni per il trasporto pubblico locale, assumano, come già sollecitato in numerose occasioni, gli opportuni e definitivi provvedimenti nei confronti dell’ATC, valutando anche la possibilità di revoca della concessione, e si attivino per assicurare ai lavoratori e alle loro famiglie dignitose condizioni di lavoro ed il pagamento di quanto a loro dovuto».

Commenti

Translate »