Quantcast

Positano da tre anni si attendono le tessere sanitarie, fra ASL , Agenzia delle Entrate e Poste Italiane di chi è la colpa?

Positano da tre anni si attendono le tessere sanitarie, fra ASL , Agenzia delle Entrate e Poste Italiane di chi è la colpa?  Parliamo a ragion veduta perchè oltre a conoscere dei casi nella perla della Costiera amalfitana siamo fra quelli in attesa della tessera materialmente ( quella virtuale mandata via mail grazie alla cortesia di un funzionario della Costa d’ Amalfi che ringraziamo , serve a tanto, ma non a tutto , per alcune operazioni è necessaria la tessera cartacea, ndr ) .  Un problema diventato ancora più urgente con l’emergenza sanitaria perché la tessera diventa indispensabile per poter accedere alla vaccinazione, anche se molti si accontentano del codice fiscale o del formato virtuale. Incarita delle spedizioni delle tessere sanitarie in questi ultimi anni è stata la società Nexive che è riiuscita a raggiungere circa l’80% delle famiglie su tutto il territorio nazionale, delegando le restanti zone a Poste Italiane.
Ora sembra che l’Agenzia delle Entrate si è decisa a ritornare a Poste italiane per la consegna togliendo probabilmente del tutto l’incarico alla Nexive. Quello che non si capisce è che devono fare coloro che la tessera sanitaria ancora non la hanno ricevuta. Qualcuno diche che  purtroppo quelle che non sono state mai consegnate sono ormai da ritenersi perdute ed occorre, quindi, rifare la richiesta al fine di poterle ottenere. Le informazioni in rete non sono sufficienti per capire. A chi rivolgersi al Ministero? Alla Regione Campania? Ci sono persone in attesa mica lo possono sapere dallo Spirito Santo che devono rifare la richiesta? Ma c’è qualcuno che si preoccupa , a livello istituzionale , a dare informazioni certe? Speriamo che qualcuno ci spieghi ufficialmente cosa sta succedendo. Cosa deve fare chi ha fatto già richiesta e non vede ancora arrivare la tessera sanitaria? Si potrebbero fare dei manifesti nel paese, mandare comunicati stampa, che Positanonews pubblicherebbe. Ma vorremmo informazioni ufficiali, come al solito i cittadini , sopratutto i più deboli, vengono abbandonati a se stessi.

Michele Cinque

direttore@positanonews.it

3381830438

Commenti

Translate »