Quantcast

Positano, contagi alle primarie sanificate aule e bus

Più informazioni su

Positano, contagi alle primarie sanificate aule e bus . Preoccupazione per diversi contagi nelle primarie dell’Istituto Lucantonio Porzio di Positano e Praiano. Nel plesso scolastico di Via Pasitea a Positano l’amministrazione ha provveduto immediatamente a sanificare le aule scolastiche interessate, sono stati sanificati gli autobus e tracciati i contatti diretti dei bambini e bambine che sono risultati positivi al coronavirus Covid – 19 . I positivi e gli stretti contatti sono in quarantena con le diverse modalità previste dalla legge, ricordiamo che con la terza dose “booster” del vaccino si può anche uscire , ma con la mascherina ffp2, anche se contatto diretto, se si è negativi. Le lezioni proseguono regolarmente.  Una classe in DAD come prevede la normativa. Non si hanno ancora numeri certi, non vi sono indicazioni ancora le consuete comunicazioni ufficiali sul sito dell’Istituto Comprensivo e ancora non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione a Positanonews, ma era di domenica , quindi aspettiamo oggi notizie più dettagliate.  Si parla di più di  cinque contagi,   per cui vi è la sospensione della didattica, ma il  numero esatto dei  contagi non è stato confermato ancora  ufficialmente nella piattaforma dall’ASL Salerno .  La situazione è stata gestita in maniera tempestiva ed efficiente dal COC , bisogna anche dire che a quanto sembra questa forma di Covid in questa ondata, caratterizzata dalla variante Omicron secondo gli esperti, non sembra tanto dannoso , almeno per quanto riguarda la nostra esperienza in Costiera amalfitana, ma solo molto virale pervasiva. Tanto che per alcuni esperti siamo verso la fine della pandemia e verso un’endemia, per cui bisogna cominciare a convivere con questo virus e tornare alla normalità, come già stanno facendo in vari paesi in Europa, che stanno togliendo tutti le mascherine, l’obbligo vaccinale e il Green Pass, e alcuni addirittura stanno eliminando anche le quarantene e l’isolamento per i positivi .  Quando finirà la pandemia lo dirà l’OMS e le istituzioni ufficialmente, ma vi sono molti segnali rassicuranti al proposito . Quindi niente panico, il problema principale è la didattica.  Al momento vogliamo rassicurare i tanti che hanno contattato Positanonews, la situazione viene monitorata continuamente dal COC comunale che sta facendo un lavoro davvero esemplare, anche rispetto ad altre realtà . Vi aggiorneremo sulla situazione, intanto riportiamo le normative in materia .

Come funziona la quarantena a scuola?

Fino a quattro casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo. In tali casi, è fatto comunque obbligo di effettuare un test antigenico rapido o molecolare o test antigenico autosomministrato alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. In caso di utilizzo del test antigenico autosomministrato l’esito negativo è attestato tramite autocertificazione.

Con cinque o più casi di positività nella stessa sezione o gruppo classe, si applica alla medesima sezione o al medesimo gruppo classe una sospensione delle relative attività per una durata di cinque giorni. La sospensione delle attività avviene se l’accertamento del quinto caso di positività si verifica entro cinque giorni dall’accertamento del caso precedente.

SCUOLA PRIMARIA

fino a quattro casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni che abbiano superato i sei anni di età fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo. In tali casi, è fatto comunque obbligo di effettuare un test antigenico rapido o molecolare o test antigenico autosomministrato alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. In caso di utilizzo del test antigenico autosomministrato l’esito negativo è attestato tramite autocertificazione.

Con cinque o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, verificatisi entro cinque giorni dall’accertamento del caso precedente, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo. Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale. Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni.

SCUOLA SECONDARIA

con un caso di positività accertato tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte degli alunni e dei docenti.

Con due o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, verificatisi entro cinque giorni dall’accertamento del caso precedente, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2. Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale per i minori e degli alunni direttamente interessati se maggiorenni. Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni.

NORME VALIDE PER TUTTE LE SCUOLE

Per tutte le scuole, in caso di positivi in classe, agli alunni in classe si applicherà il regime di auto-sorveglianza con esclusione dell’obbligo di indossare mascherine FFP2 sotto i sei anni di età. Agli alunni per i quali non sia applicabile il regime sanitario di auto-sorveglianza si applica la quarantena precauzionale della durata di cinque giorni, la cui cessazione consegue all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare.

La riammissione in classe dei soggetti in regime di quarantena precauzionale è subordinata alla sola dimostrazione di avere effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo, anche in centri privati a ciò abilitati.

Resta fermo il divieto di accedere o permanere nei locali scolastici con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°. 

La condizione sanitaria che consente la didattica in presenza può essere verificata dalle scuole tramite il Green pass.

Più informazioni su

Commenti

Translate »