Quantcast

Piano di Sorrento , Salvatore Cappiello “Alla Città Metropolitana di Napoli sostengo Peppe Tito”

Una buona mossa nel segno della continuità dell’amministrazione carottese, ma anche di unanimità, visto che Tito ha anche il sostegno dell’opposizione giudata dall’ex primo cittadino Vincenzo Iaccarino . Il sindaco di Piano di Sorrento, Salvatore Cappiello, si schiera al fianco di Giuseppe Tito, primo cittadino di Meta e candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano di Napoli del 13 marzo. Per Cappiello le ragioni che portarono a sostenere Tito cinque anni fa sono ancora valide. E questa settimana in un’intervista ad Agorà ne spiega i motivi. “Ci troviamo in una fase complicata – spiega Cappiello – ma ricca di opportunità in termini di finanziamenti e risorse disponibili. E’ necessario fare rete per investire su progetti di qualità di natura comprensoriale, gli unici veramente incisivi ed in grado di trasformare le infrastrutture ed i servizi sul territorio. E senza nostre espressioni nella filiera istituzionale non siamo in grado di incidere e di essere presi in considerazione. Da qui l’appello che faccio, nel rispetto di tutte le posizioni, affinchè il voto della costiera sia indirizzato al sindaco di Meta Giuseppe Tito.” Il primo cittadino di Piano di Sorrento nell’intervista allarga il suo ragionamento e indica come rappresentante in Parlamento il sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani. “Espressioni del territorio a tutti i livelli istituzionali” l’auspicio di Cappiello. Sul rapporto con Gennaro Cinque, consigliere regionale, l’invito è quello di essere più vicino ai problemi del territorio. “Il mio rapporto con Gennaro non è recente, – spiega Cappiello – ma lo invito ad essere più vicino ai problemi che viviamo come amministratori comunali. Credo che Gennaro nella fase iniziale ha preferito lavorare in consiglio regionale per organizzarsi al meglio, ma ora lo invito a prestare ascolto e ad essere più vicino al territorio.”

Commenti

Translate »