Quantcast

Piano di Sorrento, Cappiello chiede aiuto al nucleo di valutazione per il segretario comunale

Piano di Sorrento ( Napoli ) . Dal 16 gennaio si è insediato il nuovo segretario comunale   Pasquale Marrazzo , scelto dal sindaco Salvatore Cappiello, in sostituzione del dott. Michele Ferraro, nominato dall’allora sindaco Vincenzo Iaccarino nel 2016. Ora si dovrebbe far la valutazione per obiettivi di ogni dipendente, e anche dell’ex segretario Michele Ferraro, che ha relazionato sul suo operato. Originario di Vico Equense Ferraro è stato uno dei migliori segretari della Penisola Sorrentina e la relazione ha dettagliato il suo lavoro, ma a giudicare la relazione del segretario , e valutare quindi la sua performance, non dovrebbe essere il nucleo di valutazione, bensì lo stesso sindaco. Ora il primo cittadino avrebbe chiesto il supporto del nucleo di valutazione e questo ha comportato ritardi nella valutazione dello stesso. Uno degli effetti di questo lungo “rodaggio” di questa amministrazione , mentre desta perplessità la mancata comunicazione su quali opere siano finanziate dal PNRR e una dichiarazione di intenti sulla futura Scuola Carlo Amalfi

Cosa è il nucole di valutazione?

Il Nucleo di valutazione, in forma singola o associata, è un organo interno che opera secondo
principi di indipendenza a cui il Comune affida il compito di promuovere, supportare e garantire la
validità metodologica dell’intero sistema di performance, nonché la sua corretta applicazione.
Il Nucleo di Valutazione, ai sensi dell’art. 25 all. 1 del vigente Regolamento di organizzazione
(aggiornato con delibera Giunta comunale n. 82 del 18 dicembre 2013) svolge funzioni di verifica,
garanzia e certificazione con riguardo al sistema di performance.
Tra dette funzioni rientrano tra l’altro:
a) la definizione e l’aggiornamento del sistema di misurazione e valutazione;
b) la promozione degli obblighi relativi alla trasparenza e all’integrità;
c) l’attestazione degli obblighi relativi alla trasparenza ed all’integrità;
d) la definizione e l’aggiornamento della metodologia di graduazione delle posizioni
dirigenziali e organizzative, attraverso fattori ponderali di misurazione;
e) l’applicazione delle metodologie di cui alla lettera precedente;
f) l’accertamento, tramite l’analisi dei dati di gestione, della rispondenza dei risultati
dell’attività dell’ente con gli obiettivi stabiliti dal PEG fornendo le indicazioni utili alla
messa a punto degli stessi per i periodi successivi;
g) la misurazione e valutazione della performance di ciascuna struttura amministrativa nel suo
complesso e la proposta al Sindaco della valutazione annuale dei dirigenti e l’attribuzione
ad essi della retribuzione di risultato;
h) il supporto ai Dirigenti nelle loro attività di programmazione, di gestione, di controllo e di
rendicontazione. Tale supporto si esplica con colloqui individuali con i soggetti anzidetti e
con riunioni tematiche della Conferenza di Direzione;
i) il supporto alla Giunta Comunale per la graduazione delle posizioni dei Dirigenti e delle
Posizioni Organizzative fornendo alla stessa ogni altra comunicazione;
j) la misurazione e valutazione della performance di ciascuna struttura amministrativa nel suo
complesso con la proposta al Sindaco della valutazione annuale dei dirigenti e
l’attribuzione ad essi della retribuzione di risultato;
k) la validazione della Relazione sulla performance dell’ente, ai fini della rendicontazione,
assicurandone la visibilità con la pubblicazione sul sito internet dell’amministrazione;
l) la comunicazione tempestiva delle criticità riscontrate nel sistema di performance agli
organi di governo, alla Corte dei conti, all’Ispettorato per la Funzione pubblica ed
all’A.N.AC.;
m) il supporto all’Organo esecutivo nell’azione di controllo strategico

Commenti

Translate »