Quantcast

Ostie realizzate in una casa famiglia di Pompei gestita da una coppia di Vico Equense per Papa Francesco

Ostie realizzate in una casa famiglia di Pompei gestita da una coppia di Vico Equense per Papa Francesco. Un intero vassoio di ostie prodotte dalle ragazze della casa famiglia Maria Madre della Misericordia di Pomepi è stato consegnato direttamente nelle mani di Papa Francesco, quando gli ospiti della struttura sono stati accolti in udienza privata dal Santo Padre, insieme ad Arnoldo Mosca Mondadori, l’ideatore del progetto “Il senso del pane” a cui questa attività si è ispirata. Un’emozione grande per Salvatore e Raffaella Buonocore, coniugi della Comunità Papa Giovanni XXIII, e per le loro ragazze. La coppia, originaria di Vico Equense, da qualche anno gestisce una casa famiglia a Pompei, sorta all’interno del Centro per il Bambino e la Famiglia “Giovanni Paolo II” della Comunità “Papa Giovanni XXIII”.

Ostie realizzate in una casa famiglia di Pompei gestita da una coppia di Vico Equense per Papa Francesco

“Abbiamo imparato a fare le ostie grazie a dei video che ci hanno mandato i detenuti del carcere di Opera a Milano: loro sono stati i nostri maestri”, racconta Salvatore. Attualmente la casa famiglia rifornisce di particole quattro parrocchie di Pompei, il Santuario, un convento di suore domenicane ed a volte riceve un ordine dalla parrocchia originaria di Salvatore, a Vico Equense. È anche possibile ordinare le ostie scrivendo direttamente ai coniugi responsabili della struttura: salvatore.buonocore@alice.it. Essendo una merce così speciale, non viene richiesto un prezzo fisso, ma la parrocchia che ordina le ostie può fare un’offerta libera.

Commenti

Translate »