Quantcast

Massa Lubrense, il Gruppo di Minoranza si interroga sulla sicurezza di via Partenope

A seguito di numerose segnalazioni che sono giunta circa la pericolosità di Via Partenope, l’associazione politica, sociale e culturale massese ha inviato una PEC ad alcuni rappresentanti istituzionali per chiedere maggiori dettagli sull’affidamento e la modalità dei lavori

La strada interessata dai lavori è sicura quando viene riaperta? Abbiamo interrogato formalmente il sindaco e gli organi competenti

Solchi profondi al centro della carreggiata e pietrisco scivoloso disseminato lungo la strada.

Sono questa alcune delle segnalazioni giunte ad Azione in Comune da quei cittadini di Massa Lubrense che, dopo le 17 o durante i weekend, si trovano a percorrere Via Partenope, arteria interessata da interventi di manutenzione straordinaria.

Come se non bastasse, l’associazione politica, sociale e culturale massese ha rilevato quanto riportato nei giorni scorsi dal quotidiano Il Mattino, ovvero che la ditta che sta eseguendo i lavori avrebbe già bucato una condotta idrica e tranciato un cavo elettrico.

Uno scenario reso ancora più complesso da una serie di incognite lamentate dalla cittadinanza, tra cui l’incertezza sugli orari precisi di chiusura della strada al mattino e della riapertura in serata.

Siamo stati contattati da molti residenti e titolari di attività che sono esasperati dalla modalità di gestione delle operazioni” spiegano gli attivisti di Azione in Comune.

“Nello specifico, molti massesi vorrebbero capire quanto dureranno i lavori e perché non si è lavorato di notte, visto che non si interviene in una zona densamente abitata” continuano gli attivisti.

“Alla luce di questo contesto, abbiamo presentato richiesta formale circa le modalità di esecuzione del ripristino della sede stradale previste nel progetto. La domanda è stata formulata tramite una PEC indirizzata agli organi competenti, ovvero il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale, il Segretario Comunale, il Responsabile dell’Ufficio Manutenzione e il Responsabile della Polizia locale. Nella missiva sono stati richiesti una copia digitale del progetto esecutivo relativo ai lavori su via Partenope e una copia digitale o cartacea del contratto stipulato con la ditta appaltatrice o qualsiasi altro documento da dove si evinca le modalità di svolgimento del lavoro”, conclude l’associazione.

“Al fine di poter espletare il ruolo di controllo a cui siamo demandati, ci aspettiamo un pronto riscontro da parte delle istituzioni che faccia finalmente chiarezza sui tanti dubbi che molti cittadini si stanno ponendo”, conclude la nota di Azione in Comune.

Commenti

Translate »