Quantcast

Maiori, sul depuratore arrivano le parole del sindaco Antonio Capone al TGR: “Importante per il futuro turistico della città”

Maiori, il progetto di costruzione di un depuratore va avanti nonostante i dubbi del sottosegretario ai Beni Culturali e l’opposizione di un Comitato di cittadini. La Provincia di Salerno – ente attuatore – ha infatti aggiudicato la gara d’appalto ad un raggruppamento di imprese con lunga esperienza nel settore delle opere pubbliche. Ora si attendono il progetto esecutivo ed i diversi pareri dell’Autorità di Bacino, della Capitaneria di Porto e della Sovrintendenza, poi tutto sarà discusso all’interno di una Conferenza dei Servizi. L’idea è quella di realizzare il progetto entro 30 mesi dalla prima pietra.
Oggi il sindaco Antonio Capone è stato intervistato dall’inviato del TGR Campania sul delicato argomento ed ha dichiarato: «Chi contesta il progetto dell’impianto non si rende conto che un paese turistico non può vivere senza depurazione e quindi metterebbe in discussione il futuro turistico di questa città. L’impianto di depurazione significa migliore certificazione della qualità delle acque, significherà bandiera blu che è la certificazione fondamente per lo sviluppo turistico della cittadina. Noi abbiamo l’unica spiaggia importante della Costa d’Amalfi e la bandiera blu ci darebbe un lustro e un prestigio a livello nazionale ed internazionale».

Commenti

Translate »