Quantcast

L’allarme di Biden: “I cittadini americani lascino subito l’Ucraina”

Più informazioni su

L’allarme di Biden: “I cittadini americani lascino subito l’Ucraina”. La crisi Ucraina diventa ogni giorno più incandescente. Mente, infatti, il vice capo di stato maggiore dell’ufficio presidenziale russo, Dmitry Kozak, afferma che i negoziati del cosiddetto “formato Normandia” (Russia, Germania, Ucraina e Francia) non hanno portato a superare le divergenze sull’interpretazione degli accordi di Minsk, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha invitato i cittadini americani a lasciare immediatamente l’Ucraina.

“I cittadini americani dovrebbero andarsene adesso. Abbiamo a che fare con uno dei più grandi eserciti del mondo. Le cose potrebbero sfuggire di mano rapidamente”, ha detto Biden intervistato dal giornalista Lester Holt di Nbc. Il presidente ha comunque ribadito che in invierà truppe a terra in Ucraina, nemmeno per evacuare gli americani in caso di invasione russa, perché sarebbe come scatenare una guerra mondiale. Ha poi sostenuto che se il presidente russo Vladimir Putin “è abbastanza folle da provarci, è abbastanza intelligente da non farlo, e di non fare niente che possa avere conseguenze negative sui cittadini americani”.

L’invito a lasciare l’Ucraina rivolto ai cittadini americani è stato rilanciato anche dall’ambasciata Usa a Kiev e sul sito del dipartimento di Stato. Il medesimo invito è stato rivolto anche dal Canada ai suoi concittadini.

Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha affermato che l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia può avvenire in qualsiasi momento, anche durante le Olimpiadi invernali, che sono in corso a Pechino. “Continuiamo a vedere segnali molto preoccupanti dell’aggressione russa, comprese nuove forze che arrivano al confine ucraino”.

Intanto, una reazione militare russa in reazione alla mancata risposta da parte occidentale alle richieste di sicurezza avanzate da Mosca è “ancora una questione ipotetica” e la Russia farà di tutto per arrivare a un accordo, ha dichiarato il vice ambasciatore della Federazione russa presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyanskiy. Un’intesa che deve interessare Usa e Nato nell’ottica di maggiore stabilità, anche “per senso di conservazione”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »