Quantcast

Jacopo Guidetti in esclusiva

Più informazioni su

Il pilota Jacopo Guidetti è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Marco Palomba e Carlo Ametrano durante “Passione Formula Uno”. Ecco le sue dichiarazioni:

Jacopo come nasce la tua passione?
“Ho iniziato all’età di quattro anni con il mio primo kart. La passione è nata sin dalla famiglia: sia mio nonno che mio padre sono stati dei piloti e mi hanno trasmesso tutto. Poi da quel kart, pian piano sono arrivato in competizioni sempre più importanti. La vittoria del mondiale con un kart 125 ha senza dubbio cambiamo e dato una scossa alla mia carriera. Da quel momento le cose sono cambiate: ho avuto la possibilità di farmi avanti nel mondo del motorsport esordendo con Formula Renault nel 2018, riuscendo a vincere il campionato italiano. Successivamente siamo passati a una categoria completamente diversa con la PCR, abbiamo vinto la coppa Italia Turismo e poi è arrivata la categoria più professionale con Honda Racing. Abbiamo partecipato anche al campionato italiano in cui abbiamo fatto un’ottima andata portando anche al successo Honda NSX GT3 Evo per la prima volta in Italia”.

Quali sono i tuoi obiettivi?
“Il sogno più grande è ovviamente quello della Formula Uno. In termini più “realistici” per il momento è partecipare alla 24 ore di Le Mans, sperando sempre con Honda. Il mio più grande sogno è ovviamente cercare anche di vincerla”.

Quale vittoria hai più a cuore?
“Sono due: quella del mondiale vinto con i kart del 2016, in cui c’è stato tantissimo lavoro dietro le quinte e sono riuscito a portare a casa un lavoro che mi ero prefissato da molti anni. La seconda invece è la prima gara vinta con la GT3 che mi resterà sempre nel cuore. Riuscirlo a farlo sopportarlo da una casa madre è un’emozione unica”.

Se vuoi ascoltare l’intervista a Jacopo Guidetti clicca sul link che segue: http://chirb.it/mcxf5O

Più informazioni su

Commenti

Translate »