Quantcast

Il gruppo di minoranza “Rinascita Ravellese” sull’abbattimento delle barriere architettoniche all’edificio scolastico di Via Roma

Il gruppo di minoranza “Rinascita Ravellese” interviene sulla questione dell’abbattimento delle barriere architettoniche all’edificio scolastico di Via Roma:

«L’ennesima scelta scellerata dell’Amministrazione IxR.
Sono trascorsi poco più di 4 mesi di amministrazione e la compagine IxR sembra non voler proprio smettere di collezionare solo azioni scellerate e risultati disastrosi.
Ci rammarica apprendere che, con la Delibera n. 15 del 24/01/2022, la Giunta Municipale di Ravello ha disposto di non procedere all’attuazione dell’intervento denominato “abbattimento barriere architettoniche edificio scolastico di Ravello” e di revocare l’aggiudicazione definitiva dei lavori.
L’intervento, voluto dall’Amministrazione Rinascita Ravellese, mirava a risolvere l’improcrastinabile problema del superamento delle barriere architettoniche che non consentono l’accesso all’edificio scolastico di Via Roma da parte dei fruitori diversamente abili, mediante l’installazione di un ascensore accessibile direttamente dalla via sottostante con smonto previsto in corrispondenza dell’angolo dell’edificio dove trova posto la scala di emergenza.
Un atto vergognoso che priverà il plesso scolastico di un’opera davvero indispensabile, tenuto conto delle necessità, pure già registrate, da parte di qualche fruitore con difficoltà, anche temporanee, di deambulazione.
Soffermandoci sul tema scuola, dobbiamo purtroppo anche constatare che la nuova amministrazione non è stata nemmeno capace di risolvere qualche intervento di manutenzione all’interno del plesso scolastico: basti pensare che un’aula presenta un foro sul soffitto ormai da mesi e che, nonostante i tanti proclami di qualche amministratore, è ancora lì, con la speranza che piova il meno possibile per evitare infiltrazioni di acqua anche all’interno dell’aula!
Questa è la tanto sbandierata attenzione della compagine IxR verso la scuola!
Ad oggi restano solo le tante promesse fatte, i tanti spot propagandistici che, invero, continuiamo ad ascoltare nel nostro Paese, quasi a mò di prolungamento della campagna elettorale.
La nostra comunità attende risposte concrete, azioni responsabili, non approssimazione e superficialità!».

Commenti

Translate »