Quantcast

Il direttore dell’Alfa Magrini afferma che “non ci sarà 4 dose ma richiamo, speriamo annuale”.

Più informazioni su

    Il direttore dell’Alfa Magrini afferma che “non ci sarà 4 dose ma richiamo, speriamo annuale”.

    Lo ha detto al programma Elisir su Rai Tre, questo anche perché “l’efficacia di questi vaccini è andata anche meglio del previsto, rispetto al fatto che si siano scoperti così in fretta”. Nonostante che il “dato degli studi sia stato del 95% di efficacia e che sia stato confermato nel 1° trimestre di utilizzo reale. C’è stata poi una lenta graduale perdita di efficacia anche per una variante che l’ha parzialmente ridotta”.

    Un altro vaccino sta per approdare in porto: “Novavax è in arrivo, dovrebbe arrivare il 24 di questo mese ed essere disponibile. È un vaccino proteico, come quelli antinfluenzali. Sarà una piccola integrazione rispetto agli altri vaccini a mRna. Alcuni che sembrano preferirlo, quindi Novavax sarà presto un’opzione per un milione o due di persone che vogliono comunque vaccinarsi”.

    Mentre sottolinea che Valneva “è un vaccino ancor più classico e con una tecnologia più vecchia, si tratta di un vaccino inattivato che arriverà ancora più avanti”. Ad ogni modo, quelli a mRna “si sono rivelati i vaccini più efficaci” e per questo che “non c’è da avere nessun dubbio rispetto a interferenze geniche, genetiche”.

    GiSpa

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »