Quantcast

Il conflitto in Ucraina, l’angoscia della nutrita comunità che vive in Campania

Più informazioni su

Sono circa 50.000 gli ucraini che vivono in Campania, quasi tutte donne e per la quasi totalità occupate nelle famiglie con il ruolo di badanti. Da questa notte sono tutti in un grande stato di angoscia e di paura, tutti cercano di contattare i propri parenti in Ucraina.
L’interprete Tania Romanyuk, in un’intervista rilasciata al TGR Campania, ha dichiarato: «Sono ore di angoscia per tutta la comunità ucraina in Campania. Tutti noi abbiamo in Ucraina amici e parenti ma siamo in apprensione per tutti i nostri connazionali. Tutti sono molto spaventati. Non ci aspettavamo questa aggressione su una scala così larga».
A parlare è poi Svitlana Hryhorchuk: «Qui le mamme stanno lavorando per dare un futuro migliore ai propri figli. In questo momento stiamo vivendo la sensazione di panico e paura, in attesa di avere notizie dai nostri familiari. Non ci sono più vie di fuga, stanno preparando dei rifugi per i civili sotto le scuole e gli ospedali».
Anche una giovane donna ucraina, che lavora come cassiera in un negozio della città partenopea, si è detta preoccupata per la situazione e per la sorte dei propri connazionali: «L’unica cosa che possiamo fare è sostenere il nostro esercito, anche economicamente. E poi pregare e sperare».

Più informazioni su

Commenti

Translate »