Quantcast

Giulietto Chiesa aveva previsto cosa sarebbe successo in Ucraina e la possibile terza guerra mondiale con la Russia , l’informazione non sia in un solo senso

Più informazioni su

    Giulietto Chiesa aveva previsto cosa sarebbe successo in Ucraina e la possibile terza guerra mondiale con la Russia , l’informazione non sia in un solo senso. Giulietto Chiesa è stato un giornalista e politico italiano, nato il 4 settembre 1940 e deceduto il 26 aprile 2020. Gia nel 2015 parlava di come una probabile terza guerra mondiale si sarebbe scatenata partendo dall’ Ucraina. In quest’ intervista del 2019, spiega come dalla visione dei documenti prodotti dal Pentagono è sempre più evidente il rischio di un altro conflitto mondiale con il possibile utilizzo di armi atomiche, che vede gli Stati Uniti contro Russia e Cina. Noi facendo parte della NATO, ne pagheremo comunque le conseguenze.Suonano profetiche oggi le parole di Giulietto Chiesa a proposito di Ucraina, Russia, Usa e terza guerra mondiale. Nel corso di un intervento pubblico del 2015, il giornalista, scomparso nel 2020, denunciava il clima di tensioni crescenti. Dopo la rivoluzione ucraina del 2014 che portò all’instaurazione di un regime filoamericano nel paese, Chiesa criticava l’uso di forze neonaziste nel paese: “Le forze naziste di Euromaidan erano state preparate da tempo dalla Polonia e dall’Europa baltica, paesi entrati in Europa ma mai denazificati”. Quel golpe nella fattispecie avrebbe segnato l’inizio dell’aperta ostilità americana nei confronti della Russia: “È stato il bastone per colpire la Russia, che si manifesta con le sanzioni e le modifiche artificiali del prezzo del petrolio”.

    L’ Ucraina è l’ennesimo errore americano: provocare Putin ha portato alla guerraHo orrore della guerra e mai potrò prendere le parti di chi si fa giustizia con le armi. Ma mi domando: era proprio necessario provocare Putin fino a convincerlo a un’invasione?
    Il punto di vista di Chiesa
    “Ma che bisogno c’è di questa provocazione se la Russia dalla fine dell’Unione Sovietica non ha ripresa un solo centimetro quadrato esterno?”, si chiedeva Giulietto Chiesa, “60 milioni di italiani sono ingannati tutti i giorni da giornali e telegiornali”. “Perché questa fretta dunque? Perché hanno capito che il XXI secolo non potrà essere americano senza una loro vittoria militare. L’unico gigante che può difendere se stesso e noi si chiama Russia. Dopo, se riescono a stroncarla, c’è la Cina. Gli americani, popolo incolto e ignorante, non possono sopraffare un miliardo e 400 milioni di persone”. La Russia invece, sosteneva Chiesa, rappresenta un obiettivo molto più facile. Un paese grazie al quale dimostrare di essere ancora gli egemoni a livello globale. Come opporsi alla violenza imperialista degli americani? “L’unico modo di uscire dalla guerra è uscire dalla Nato”, l’idea di Chiesa. Morirà prima di vedere realizzato il suo obiettivo.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »