Quantcast

Gerardo Russomando: “Conca dei Marini e la scomparsa dei bambini”

Gerardo Russomando: “Conca dei Marini e la scomparsa dei bambini”. Riportiamo di seguito le parole dell’ex assessore di Maiori, in Costiera Amalfitana, Gerardo Russomando:

Gerardo Russomando: "Conca dei Marini e la scomparsa dei bambini"

La morte dei nostri paesi è sempre un fenomeno lento.
Nel caso di Conca dei Marini, è anche dolce.
Conca è uno splendido paesino dove davvero sembra non mancare niente.
C’è il mare, la collina e la montagna ed è tutto pulito ed ordinatissimo.
Si viveva di pesca e di agricoltura, oggi soprattutto di turismo.
A leggere il tabellone di presentazione all’ingresso, in tutto il Comune ci sono: una decina di negozi, 4 bar, 9 ristoranti, 4 hotel ed 11 tra Camere e B&B.
Nel primo censimento dell’Unita’ d’Italia, anno 1861, gli abitanti erano 1.180.
I dati ufficiali odierni ci dicono che sono scesi ad appena 671.
Eppure, nel girare l’intero paese, in lungo ed in largo, come io ho fatto ieri pomeriggio, a parte le poche persone che si incontrano, si è accompagnati da un piacevole silenzio.
Certo, quasi tutte le attività turistiche hanno un carattere stagionale ed adesso siamo ancora in pieno inverno.
Ma pure le tante Chiese, segno evidente di come il cristianesimo una volta permeava il quotidiano di tutto il popolo, erano chiuse. È rimasto soltanto il suono delle campane.
Pero’, il silenzio più “rumoroso” in assoluto è un altro: è quello della scomparsa dei bambini.
Infatti, non a caso, l’unico edificio abbandonato, che si incontra lungo le stradine, è quello dell’Asilo parrocchiale. Con ogni probabilità, sarà chiuso da almeno una ventina di anni.
Chissà, prima o poi, se ne faranno Camere per i turisti.
Poi, c’è anche un altro grande edificio scolastico e sembra ancora in funzione. Ma da quanti bambini è frequentato?
Sempre i dati ufficiali ci dicono che per le cinque classi elementari i bambini in tutto sono 23. E per le 3 classi medie il totale è pari a 15.
Praticamente, negli ultimi anni nascono, si e no, 3 o 4 bambini all’anno.
Insomma, siamo molto vicini all’estinzione. Non a caso, l’età media che, solo 15 anni fa, era già a 42 anni, adesso ha superato i 46 anni.
In sintesi: a fronte di 79 bambini fino ai 14 anni, oggi ci sono ben 158 ultrasessantacinquenni, esattamente il doppio.
In tutto questo, a voler prenotare una camera in uno dei quattro alberghi del paese per questa estate, si spendono anche € 1.500 a notte.
Certo, il futuro sicuro per Conca dei Marini è il turismo, ma pure “le braccia” di cui ha bisogno si dovranno sempre di più importare.
E dei vecchi chi se ne prenderà cura?
Il paese vivo, che guardava al futuro perché ricco di bambini, semplicemente non c’è più.
Sono rimasti solo i vecchi, le mura ed i soldi del turismo.

Gerardo Russomando: "Conca dei Marini e la scomparsa dei bambini"

Commenti

Translate »