Quantcast

Espugnato il Pala Napolitano: terza vittoria consecutiva per la Folgore Massa

Più informazioni su

    Terza vittoria consecutiva per la ShedirPharma Folgore Massa, che non perde smalto dopo il turno di riposo previsto dal calendario, trovando sul taraflex di Marigliano il quarto trionfo a domicilio stagionale. I 16 punti che separano le due squadre si annullano, perché i derby non sono mai partite come tutte le altre, ma soprattutto perché il roster vesuviano si è rinnovato sul mercato, imponendo la legge del PalaNapolitano alla corazzata Palmi nell’ultimo turno disputato.

    Coach Nicola Esposito è costretto a rinunciare a Lugli non ancora al top, con Peripolli nell’inedito ruolo di opposto in diagonale con Illuzzi. Pilotto e Deserio sono i centrali, con Fantauzzo e Sorrenti in posto 4, Denza libero. Risponde Marigliano con Cantarella/Esposito, Rumiano/Bianco, Casoli/Gallo, Conforti libero.

    3 punti di importanza capitale in chiave classifica, ma anche alcuni record da segnalare. Il centrale classe ’99 Antonio Imperatore, entrato per Pilotto nelle battute finali del primo parziale, mette a segno il primo punto in Serie A come nelle più belle favole. Non uno a caso, ma quello che scaraventa sulle mani di Bianco (e poi fuori dal campo) per il 18-25 che consegna ai suoi compagni il primo set.

    C’è poi l’esordio assoluto in Serie A per il posto 4 Mariano Gargiulo: classe 2002, dopo aver fatto la trafila del settore giovanile nel Volley Meta, è stato tra i protagonisti della tripla promozione del sodalizio costiero dalla Prima Divisione alla Serie B. Veste i colori biancoverdi dalla scorsa stagione, e le prestazioni importanti con la seconda squadra hanno spinto il ds Ruggiero ad acquisirne il cartellino in estate, in continuità con la filosofia societaria sempre rivolta verso la valorizzazione dei giovani talenti. Mariano si è meritato sul campo il sogno di misurarsi con i ragazzi della Serie A, a ritmo e velocità che ha dimostrato di saper reggere con spalle larghe.

    PRIMO SET

    Rumiano risponde al block-out di Peripolli, Pilotto sale in cielo per il primo tempo vincente, poi il monster block griffato Deserio vale il primo mini allungo (2-4). Gallo prova a ricucire, Denza ipnotizza l’ex di turno Esposito, e poi ci pensa Sorrenti a piazzare il mani fuori del 4-6. Break pesante sul turno in battuta di Deserio: Fantauzzo stringe al massimo da zona 4 e poi scardina il muro vesuviano, quindi dopo l’attacco out di Casoli è ancora Fantauzzo a timbrare il cartellino longline (7-11). Pilotto vola in sospensione, Gallo non trova il campo, poi al termine di un lunghissimo scambio, Fantauzzo non spreca il bagher di Denza e va a segno con un lob dolcissimo appena oltre le mani del muro di casa (9-14). Sorrenti non perdona, Cantarella e Bianco sbagliano dai 9 metri, poi coach Esposito concede al classe 2002 Gargiulo la gioia dell’esordio in Serie A facendo rifiatare Peripolli.  Due primi tempi out di Rumiano costringono coach Cirillo a sospendere temporaneamente le ostilità sul 13-20. Peripolli va a segno all’incrocio delle

    righe, Sorrenti in pipe risponde a Casoli (15-23), quindi c’è il cambio con Pilotto che cede il posto a Imperatore. Peripolli riceve e chiude in diagonale (17-24), Bianco prova ad allungare il set, ma Illuzzi va da Imperatore, che senza tremare cerca e trova le mani di Bianco con la sfera che cade dove non è più rigiocabile dai vesuviani. Primo set in archivio (18-25), e primo punto in Serie A per il centrale biancoverde.

    SECONDO SET

    Sale l’intensità a muro degli uomini di coach Cirillo: 4 nei primi 5 scambi e Marigliano vola 4-1. Coach Nicola Esposito ferma tutto, ma al rientro i padroni di casa allungano ancora con Gallo in grande spolvero (6-1). Sorrenti ribatte colpo su colpo (7-3), poi in casa Folgore si inverte la diagonale palleggiatore/opposto con l’ingresso di Aprea e Lugli per Illuzzi e Peripolli. Schiaffo di Cantarella (12-5), Gallo incrocia, quindi i costieri accorciano con Pilotto che ringhia nei 3 metri su Esposito (13-9). Rientrano Illuzzi e Peripolli. Sorrenti replica a Cantarella, poi forza l’attacco con Marigliano che resta in controllo sul 18-13. Peripolli va a segno in zona 6, Bianco e Cantarella alzano la voce a muro ed il tabellone segna 23-14. Fantauzzo è l’ultimo ad alzare bandiera bianca con due punti di fila, ma poi Marigliano con pazienza chiude 25-16.

    TERZO SET

    L’approccio del roster biancoverde è da urlo: Fantauzzo scardina il muro di prepotenza, Pilotto prende l’ascensore e buca il taraflex, Gallo non trova le misure del campo, quindi monster block di Peripolli su Casoli, con Illuzzi che trova un preziosissimo ace sullo stesso Casoli (0-5). Bianco frena l’emorragia, ma Fantauzzo prima va a segno con il mani fuori, poi fa ace su Gallo per l’1-7. Peripolli chiude con intelligenza uno scambio prolungato, Deserio alza le mani su Casoli, per poi ripetersi con un primo tempo ad alta velocità (3-11). Peripolli va direttamente a segno dai 9 metri sulla ricezione difettosa di Casoli, Deserio è incontenibile, quindi Peripolli mette giù un cioccolatino che Illuzzi prepara inginocchiandosi quasi sul taraflex (5-14). Pilotto pizzica la riga esterna in primo tempo, Sorrenti trova un angolo acutissimo e Peripolli non fa sconti con un diagonale chirurgico (9-19). La Folgore allenta la tensione, ed i padroni di casa ne approfittano immediatamente risalendo fino al 13-19. Sorrenti sbatte la porta

    in faccia a Citro, Peripolli fa ace sulla riga di fondo, poi Gallo esagera con il longline con la sfera che esce di un soffio (13-23). L’attacco di Citro si infrange sulla rete (14-24), Rumiano fa ace con l’aiuto del nastro, ed al terzo tentativo Peripolli manda la Folgore avanti (16-25).

    QUARTO SET

    Gallo risponde a Fantauzzo, ma la Folgore alza subito i giri del motore per mettere il match in discesa. Pilotto è letale mentre Bianco non trova il campo, poi coach Cirillo ferma tutto dopo il muro siderale di Peripolli su Gallo (1-4). Deserio mette le mani in faccia ad Esposito, quindi è reattivo sotto rete piazzando con astuzia il colpo del 2-7. Illuzzi va in 4 per il block-out di Sorrenti, poi imbecca dietro Peripolli che scarica un siluro per il 4-9. Fantauzzo è carico, Illuzzi aziona la bacchetta magica, e ad una mano trova la sassata centrale di Pilotto (7-12). Pilotto trova la gioia dell’ace personale, Gallo va fuori giri, poi ci pensa Deserio in perfetta scelta di tempo a fissare il 10-16. Rientra Gargiulo per Sorrenti e va subito in battuta che Conforti fatica a contenere, Fantauzzo abbandona la potenza

    per la precisione, e con una traiettoria acuta piazza il 14-19. Peripolli è regale, Fantauzzo trova l’ace spolverando la riga (16-22), Marigliano prova a reagire (18-22) ma è ormai troppo tardi. Sorrenti è una garanzia (18-23), Cantarella ci mette una pezza, ma l’imprecisione al servizio dei vesuviani regala 4 match-point (20-24). Entrano Lugli e Aprea, e proprio il capitano va a servire a freddo: i biancoverdi difendono, e la rigiocata culmina con il primo tempo sontuoso di Deserio che mette a terra il 20-25.

    CON.CREA MARIGLIANO – SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA 1-3 (18-25, 25-16, 16-25, 20-25)

    CON.CREA MARIGLIANO: Cantarella 7, Esposito 11, Casoli 6, Gallo 15, Rumiano 11, Bianco 5, Conforti (L). Cambi: Nappi, Mautone, Ciollaro 1, Citro 1. N.e.: Danese, Barone (L). All: C. Cirillo

    SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA: Illuzzi 1, Peripolli 17, Fantauzzo 14, Sorrenti 11, Pilotto 8, Deserio 9, Denza (L). Cambi: Aprea, Lugli, Imperatore 1, Gargiulo. N.e.: Pontecorvo (L), Conoci. All: N. Esposito

    Durata Set: 26’, 26’, 25’, 26’

    Ace: 4-6. Battute Sbagliate: 12-9. Muri: 13-7.

     

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »