Quantcast

Depuratore a Maiori, pressing per completare la procedura

Più informazioni su

Depuratore a Maiori, pressing per completare la procedura. Ne parla Antonio Di Giovanni in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Depuratore, pressing per completare la procedura. Lo scorso gennaio è stata aggiudicata la gara per i lavori di progettazione e realizzazione, per 14 milioni e mezzo di euro, dell’impianto di Maiori, destinato ad accogliere anche i reflui dei comuni di Ravello, Atrani, Scala. Un progetto osteggiato dal Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana”, coadiuvato dalle minoranze consiliari. Sulla questione si era espresso il ministero della Cultura, attraverso una nota del sottosegretario Lucia Borgonzoni, che definiva l’intervento «di rilevante impatto nel particolare ambito paesaggistico».

Ma il sindaco Antonio Capone non ci sta ed insieme al presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese , chiedono una accelerata all’iter burocratico per iniziare i lavori: «Siamo molto in ritardo. Mi sono fatto sentire anche con la Provincia. Le procedure tecniche hanno portato via molto tempo. Mi aspettavo che tutto fosse svolto in maniera più celere. Un paese che vive di turismo e di balneazione ha bisogno di un depuratore all’avanguardia». Strianese si dice comunque tranquillo, anche se mancano ancora i pareri di alcuni enti. «Non sono preoccupato dalle valutazioni espresse dal ministero. Ci deve preoccupare una eventuale valutazione di impatto ambientale contraria. Rispetteremo le prescrizioni degli enti preposti».

Più informazioni su

Commenti

Translate »