Quantcast

Da oggi multe ai no vax e a chi non ha fatto la terza dose in tempo, una scelta assurda per chi non esce di casa e previsti errori a Sorrento per gli hacker

Più informazioni su

    Da oggi multe ai no vax e a chi non ha fatto la terza dose in tempo, una scelta assurda per chi non esce di casa e previsti errori a Sorrento per gli hacker Nel nuovo decreto legge la multa riguarda anche i vaccinati, sia quelli che sono in ritardo con la seconda dose che quelli che non hanno fatto la terza entro sei mesi dalla seconda. Si legge nel documento (Art.4 Sanzioni pecuniarie) in caso di inosservanza dell’obbligo vaccinale di cui all’articolo 4-quater, si applica la sanzione amministrative pecuniaria di euro cento anche c) soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario entro i termini di validità delle certificazioni verdi Covid 19 previsti dall’articolo 9 comma 3 del decreto legge 22 aprile 2021 n.52, convertito con modificazioni dalla legge 17 giugno 2021, n.87.

    Procedura anomala e poco chiara , inutile e vessatoria verso magari chi è chiuso in casa come gli anziani che hanno paura di farsi il vaccino

    Una procedura anomale e poco chiara questa . Per niente trasparente e con poche garanzie, anzi quasi nulle, per i cittadini. Dalla nostra Costituzione e dalla legge 241/90 vige il principio della Trasparenza e delle garanzie procedurali, che sono anche sostanziali. Parliamo delle semplici contravvenzioni stradali per esempio. Occorre la contestualità, la contestazione, la verbalizzazione. Qui si parla di fare multe e basta e farle arrivare nel cassetto fiscale.  Non facciamo il discorso della discriminazione e della violenza che si fa a chi è costretto per lavorare ad ottenere il green pass, questi sono argomenti complessi. Parliamo di fatti lineari incontestabili a chi si è fatto o meno il vaccino non ci importo, parliamo di buon senso, di principi giuridici, di razionalità, di umanità, di logica. Faccio l’esempio di anziani che hanno paura del vaccino ma stanno a casa isolati nelle loro abitazioni, a Positano, ad Amalfi, a Ravello, in Costiera amalfitana , come in Penisola Sorrentina , ne conosciamo. Persone che hanno paura di farsi il vaccino, ma non frequentano nessuno, stanno a distanza con la mascherina, e da oggi, fra l’altro, con il Green Pass, non possono neanche andare da nessuna parte con regole folli , per esempio quelle per l’accesso gli uffici postali, che esistono solo in Italia.

    Chi non è in regola con il green pass, quindi con la vaccinazione, da oggi non può stare da nessuna parte perchè fargli una multa a prescindere?

    Perchè fargli anche una multa con una arroganza e una protervia che solo il potere assoluto, senza freni e garanzie democratiche, senza rispetto, può mostare? Dove stanno i giuristi , gli uomini civili? Poi i soliti deficienti che dicono, tanto puoi far ricorso. Parliamo di persone magari anziane sole che non hanno i mezzi culturali ed economici per difendersi ,  e ne conosco, che ne sarà di loro? Lo sapete come definì lo Stato Hobbes? Un Moloch, un mostro, ed è un mostro. Quelle multe diventeranno un incubo per povera gente onesta che , ripetiamo, con le attuali norme non possono andare neanche nei servizi igienici se escono di casa. Dove è finito il nostro Stato di Diritto? Dove è finita la ragione?Giuridicamente la cosa mi lascia molto perplesso, non parlo dell’obbligo di trattamento sanitario, che non dovrebbe essere applicato in base all’art. 32 della Costituzione, siamo in uno Stato di Emergenza ( ma lo stato di emergenza fino a che può comprimere i diritti dei cittadini e fino a quando è giustificato, siamo sicuri che siano stati rispettati limiti e tempi allo stato attuale?).

    Oltre al danno la beffa, chi non è riuscito a farsi il vaccino in tempo non per colpa sua

    Non solo oltre al danno la beffa, c’è pure chi con le continue decisioni sballate del Governo che cambia in continuazione, non per colpa sua , non è riuscito a farsi il terzo vaccino e rinnovare il green pass, che è passato in poco tempo a essere valido un anno, poi nove mesi, poi sei mesi.  Questo succede sempre per i reietti, i meno fortunati, i meno raccomandati, non vi preoccupate i potenti e gli imbroglioni ne escono sempre fuori, beccano i poveri cristi e gli onesti . Insomma non sembra uno Stato Democratico questo , ma una Monarchia, non diciamo una dittatura , anche se il potere sanitario-finanziario ha trovato una fortunata alleanza, perchè ancora ci fanno scrivere, i giornalisti sarebbero stati fatti sparire e basta in caso di dittatura, ma vi sono anomalie e abnormità per le quali il silenzio è complice. E dovere di chi fa il giornalista è fare luce e raccontare anche i fatti.

    Hacker all’ASL Napoli 3 ed errori della burocrazia, c’è chi riceverà la multa per sbaglio

    Dulcis in fundo gli errori della burocrazia già in tempi normali, ora non ne parliamo, poi gli hacker che in Campania sono intervenuti sull’Asl Napoli 3 di Castellammare di Stabia che avrebbero potutto alterare i dati di questa area che va dalla Penisola Sorrentina ai MOnti Lattari, da Sorrento a Vico Equense, Gragnano, Agerola, Pompei. Il nostro dubbio è che succede da questo sito hackerato i dati come li hanno aggiornati o sono sicuri che sono certi? I dipendenti hanno perso lo stipendio ed i cittadini? Si ci diranno non vi preoccupate, tanto fate ricorso. E il tempo perso, l’ansia, i soldi per l’avvocato chi lo rimborsa? Lo dico io, nessuno! E chi non è in grado , culturalmente o economicamente di difendersi da multe eventualmente ingiuste? Si frega, lo Stato diventa un mostro, un nemico che ti stritola, e non stritola i delinquenti o la camorra, ma i poveri cristi, che , per un motivo o per un altro, non sono tutti uguali, non si fan il vaccino . Ma queste persone sono già escluse dalla società! Non possono andare da nessuna parte! Perchè multarle solo perchè non fanno il vaccino ( e magari non è neanche così  perchè sappiamo per certo che la burocrazia di errori ne fa a bizzeffe) . Allora quale è il ragionamento che fa il nostro Governo, il nostro Pater Familias? Che fa lo Stato ? Fa una legge nazionale, ma poi in base a dati astratti, che potrebbero essere sbagliati o non aggiornati, ti appioppa la multa e poi sono cavoli tuoi?

    Di sicuro incasserà milioni di euro , forse è solo questo che conta. Una sorta di “ius” per depredare i cittadini inerti e indifesi.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »