Quantcast

Cetara candida il progetto “Cetara Salt” per il finanziamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR

Cetara. Il Sindaco Fortunato Della Monica con Delibera n. 21/2022 candida il progetto “CETARA SALT– Sostenibilità, Arte, Lavoro e Turismo” alla partecipazione all’Avviso Pubblico rivolto ai comuni della Campania di cui alla DGR. n. 30 del 18 gennaio 2022 e DD n. 45 del 31/01/2022 – Intervento 2.1 “Attrattività Dei Borghi”, M1c3 Turismo e Cultura Del Piano Nazionale Di Ripresa e Resilienza – Investimento 2.1 – linea di azione A – Progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono e abbandonati.
Viene rilevato che il Comune di Cetara, in relazione alle condizioni di partecipazione, può essere utilmente candidato in quanto caratterizzato da aspetti di marginalità e sofferenza considerando che,  qualora il progetto risultasse beneficiario del finanziamento, avrebbe ricadute positive sull’intero territorio.
Il Sindaco Fortunato Della Monica precisa che la proposta per la rigenerazione del Borgo di Cetara deve tenere conto di molteplici interventi ammessi ai fini del finanziamento che attengono:
– il riuso adattivo e adeguamento funzionale, strutturale e impiantistico di immobili e spazi pubblici;
– interventi di tutela, valorizzazione/rigenerazione e di beni culturali come definiti all’art. 10 del d.lgs 42/2004 e ss.mm.e ii. da destinare a luoghi di aggregazione, servizi culturali, sociali, ricreativi, turistici, ecc.;
– l’adeguamento e implementazione delle infrastrutture e urbanizzazione a servizio del borgo;
– interventi di risoluzione o mitigazione dei rischi ambientali;
– interventi di social-housing con le modalità previste dalla normativa regionale di settore;
– l’acquisizione e installazione di arredi, attrezzature e dotazioni tecnologiche;
– la realizzazione di attività e servizi culturali, spazi di co-working e di studio, servizi sociali, ricreativi, di informazione, comunicazione, ecc.;
– la realizzazione di itinerari/percorsi culturali, storici, tematici, percorsi ciclabili e/o pedonali per il collegamento e la fruizione dei luoghi di interesse turistico- culturale;
– la realizzazione di iniziative per la tutela, valorizzazione/rigenerazione del patrimonio della cultura immateriale;
– la realizzazione di studi, ricerche, progetti finalizzati alla realizzazione dell’intervento;
– la realizzazione di iniziative ed eventi di promozione culturale e per l’educazione al patrimonio quali eventi, mostre, festival, spettacoli dal vivo, attività audiovisive e cinematografiche, ecc.;
– la creazione di sistemi informativi che consentano la gestione e la fruizione dei luoghi/itinerari di visita;
– azioni di supporto alla comunicazione e diffusione delle informazioni in materia di beni, servizi e attività culturali;
– aiuti a favore delle micro, piccole e medie imprese localizzate o che intendono insediarsi nel borgo, nel rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato.

Commenti

Translate »