Quantcast

Cagliari – Napoli un primo tempo sofferto , gli azzurri tentano di agganciare il Milan in vetta

Più informazioni su

    È la grande occasione del Napoli. Gli azzurri scendono in campo a Cagliari a caccia di punti fondamentali nella lotta scudetto dopo gli inattesi passi falsi di Inter e Milan.

      Mazzarri lascia in panchina le punte Pavoletti e Keita e insiste su Gaston Pereiro. Baselli alla prima da titolare, dietro Lovato recupera e sta in mezzo tra Goldaniga e Altare. Spalletti mette Elmas e Mertens dietro Petagna. Tutto come annunciato. Prima della partita il capitano del Cagliari Joao Pedro in curva Nord per rendere omaggio al tifoso Valery Melis scomparso nel 2004. Sono almeno 200 i napoletani che seguono la squadra nello spicchio dedicato.

    FORMAZIONE UFFICIALE NAPOLI: 3-5-2

    —Ospina; Rrahmani, Koulibaly, Juan Jesus; Di Lorenzo, Elmas, Demme, Zielinski, Mario Rui; Petagna, Mertens. All. Spalletti.

    FORMAZIONE UFFICIALE CAGLIARI: 3-5-2

    —Cragno; Goldaniga, Lovato, Altare; Bellanova, Deiola, Baselli, Grassi, Dalbert; Pereiro, Joao Pedro. All. Mazzarri.

    STATISTICHE E PRECEDENTI

    —Nei 35 precedenti in Serie A in casa del Cagliari sono 15 i pareggi, 11 i successi del Napoli e 9 quelli dei rossoblù. I sardi non battono il Napoli in casa dal 19 aprile 2009, gol di Jeda e Lazzari con Allegri in panchina. Da segnalare che i campani hanno sempre vinto nelle ultime 6 trasferte in Sardegna. Anche nella gara di andata, il 26 settembre 2021, si era imposto il Napoli: 2-0 con le reti di Osimhen e Insigne.

    La partita in diretta
    Azzurri in campo con un quasi inedito 3-4-2-1, Petagna unica punta alle spalle di Mertens ed Elmas. Spalletti si schiera quasi a specchio, partita molto combattuta a centrocampo in avvio. Al 9′ Di Lorenzo va al tiro da buona posizione e Cragno devia in angolo. Poco dopo è Rrahamani a trovarsi sui piedi involontariamente la palla del vantaggio. Al 16′ Ospina si fa male in uno scontro di gioco ma stringe i denti. Koulibaly sbaglia quindi una rimessa dal fondo ma per fortuna Joao Pedro non ne approfitta. Problemi anche per Di Lorenzo, dopo un colpo alla testa che lo stordisce.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »