Quantcast

Bus fermi a Capri: da tre mesi dipendenti Atc senza stipendio

Bus fermi a Capri: da tre mesi dipendenti Atc senza stipendio. Nessun pullman in circolazione questa mattina a Capri, per lo sciopero di autisti e meccanici dell’Atc dell’isola azzurra, da tre mesi senza stipendio. I lavoratori, infatti, dopo lo sciopero dello scorso venerdì, hanno deciso di astenersi nuovamente dal lavoro e di radunarsi davanti all’autoparco aziendale lungo la strada provinciale che conduce ad Anacapri.

I dipendenti hanno organizzato tre diversi sit-in nel centro di Capri, riuscendo anche ad avere un colloquio con il sindaco Marino Lembo. Oggi un nuovo appello alla Città Metropolitana. «Chiediamo scusa all’utenza per i disagi procurati» – dichiara Francesco Chierchia autista e Rsa dell’Unione Sindacale di Base – ma non abbiamo più nemmeno i soldi per pagare i mutui, le bollette ed acquistare i generi di prima necessità. Una situazione drammatica per le nostre famiglie, molte delle quali monoreddito. Per poter andare avanti siamo costretti a chiedere soldi in prestito a parenti e amici».

Alle parole di Chierchia, fanno eco quelle dell’esecutivo Usb. «I lavoratori sono esasperati, pretendono una risoluzione definitiva della vicenda – aggiunge Adolfo Vallini – chiediamo alla Città Metropolitana di Napoli di farsi carico degli stipendi per conto dell’azienda, nonché di verificare la sostenibilità delle concessioni affidate all’Atc».

Commenti

Translate »